Pubblicato il

"Un mercato per tutti" convince a metà

"Un mercato per tutti" convince a metà

Proclamato il progetto vincitore del concorso di idee bandito dall’amministrazione comunale per la riqualificazione di piazza Regina Margherita e zone limitrofe. Dubbi da parte degli operatori. L'assessore D'Antò: "Da qui si può partire per arrivare poi ad un progetto definitivo che sia bello e funzionale"  VIDEO

CIVITAVECCHIA – Sono due i progetti che l’amministrazione comunale potrà prendere in considerazione per riqualificare l’area di piazza Regina Margherita. Delle dieci proposte arrivate al concorso di idee bandito da Palazzo del Pincio, la metà hanno superato la prima fase e due, alla fine, sono arrivate a meta. Al primo posto ‘‘Un mercato per tutti’’ (voto 62/100), progetto realizzato dall’architetto Marco Tagliani, Giulia Guglielmi Maes, Choudhary Sidhant, giudicato consono alle esigenze, con una poroposta architettonica percorribile. Al secondo posto ‘‘B-Rezza marina’’ (voto 57/100) considerato equilibrato ma poco funzionale, soprattutto nell’ipotesi relativa alla copertura della piazza. 

A proclamare i vincitori la commissione presieduta dal dirigente Pierluigi Carugno, alla quale hanno preso parte anche rappresentanti degli ordini professionali di architetti ed ingegneri, e Soprintendenza. È stata pensata una copertura parziale di piazza Regina Margherita, composta da pilastri e travi di legno, con una copertura in pannelli modulabili leggeri  in tre tipologie: opaco, trasparente e semiopaco. «La nuova copertura – si legge – lascia scoperta la vegetazione esistente e contribuisce ad enfatizzare il valore estetico della piazza». L’obiettivo è renderla fuirbile al mattino per il mercato, il pomeriggio come spazio per la collettività e la sera come punto di ritrovo per i giovani o adibito ad allestimenti temporanei». Nell’area saranno inserite poi panchine, tavoli da gioco, ma anche spazi per l’allenamento sportivo ed attività ludiche. 

Una proposta che al momento convince a metà, come hanno ribadito alcuni degli operatori presenti alla proclamazione dei vincitori. Innanzitutto per quanto riguarda la divisione dei commercianti. La copertura parziale della piazza, prevede infatti il trasferimento di parte degli operatori da piazza Regina Margherita a piazza XXIV Maggio, anche questa coperta per una parte. «Glioperatori – ha sottolineato il rappresentante del mercato per la Confcommercio Salvatore Russo – hanno sempre detto di voler rimanere uniti e richiesto la copertura totale della piazza». E poi c’è da sciogliere il nodo delle 22 superfetazioni, ancora nelle casette di legno a piazza XXIV Maggio in attesa di una soluzione che sia funzionale. Ma l’ipotesi prospettata prevede una soluzione aperta, con una sorta di ombrelloni, poco consoni all’utilizzo richiesto. «Sono sette anni che attendiamo – hanno spiegato alcuni operatori interessati – ma non si vede ancora una strada certa».

A cercare di tranquillizzare tutti è stato l’assessore al commercio Enzo D’Antò, soddisfatto del lavoro presentato. «Certo, è un’idea – ha ribadito – dalla quale deve nascere un progetto che sia bello dal punto di vista archietettonico ed urbanistico, ma funzionale anche per le esigenze di chi lavora nell’area. Questo progetto dovrà ora essere calato nella realtà. Ne parleremo con i professionisti, con gli operatori e con le associazioni di categoria, ci sarà un dibattito, ascolteremo le diverse sollecitazioni che arriveranno e cercheremo di arrivare ad un progetto definitivo da poter mettere a cantiere. Magari anche integrandolo con alcuni spunti più funzionali della seconda proposta progettuale. In questo caso, ad esempio, per le superfetazioni viene presa in considerazione una struttura chiusa, come hanno sempre chiesto gli operatori». 

VIDEO

ULTIME NEWS