Pubblicato il

Bastianini: ''La mia proposta di realizzare un edificio nuovo venne sempre bocciata''

Bastianini: ''La mia proposta di realizzare un edificio nuovo venne sempre bocciata''

L’ex consigliere comunale interviene riguardo il plesso di via Turati e precisa: «Fin dall’inizio si sapeva che la scuola non rispettava le norme antisismiche»

ALLUMIERE – Ad Allumiere si torna a parlare di scuola, questa volta ad intervenire è l’ex consigliere comunale delegato all’Ambiente, Marco Bastianini (eletto 5 anni fa con la Rete dei Cittadini poi dimessosi e ora attivista dei 5 Stelle di Allumiere). Bastianini interviene per «informare i cittadini sui lavori dell’edificio scolastico di piazza Turatti». «Sin dalle prime riunioni tenutesi in Comune – spiega Bastianini – era emerso che la scuola non avrebbe mai rispettato le norme antisismiche vigenti. Già se ne parlava prima che si decidesse come procedere: si parlava infatti di puntellare la struttura con fibre di carbonio. L’ingegner Funari su esplicita richiesta se sarebbe stata o no antisismica aveva ridposto: «Tale edificio per rimetterlo a norma bisognerebbe rifarlo quasi completamente». Per tali motivi personalmente ho più volte cercato di far riflettere i componenti della maggioranza su tale aspetto: spendere tutti quei soldi per una struttura non sicura al 100% era una follia e che era assolutamente meglio studiare un’alternativa costruendo un edificio nuovo e sicuro al posto dell’asilo in disuso. La proposta fu sempre bocciata con motivazioni bizzarre, tipo ‘‘poi con l’edificio in via Turati che ci facciamo? Che portiamo a Sant’Antonio tutti quei ragazzi con lo Scuolabus?». Bastianini poi sottolinea che: «La concezione di fare un plesso unico scolastico è ormai superata» e chiede: «Se per aprire la scuola è necessario il certificato antivulnerabilità sismica abbiamo buttato tempo e denaro inutilmente e, soprattutto, abbiamo protratto il disagio dei bambini e ragazzi di Allumiere per scelte politiche assurde». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS