Pubblicato il

I lavori procedono spediti: in estate cantieri chiusi

Via libera della Procura anche per la liberazione del deposito materiali

Via libera della Procura anche per la liberazione del deposito materiali

SANTA MARINELLA – Stanno proseguendo spediti i lavori di rifacimento dei marciapiedi in pieno centro cittadino. Dopo il mese di stop, dovuto alla risoluzione contrattuale tra l’impresa che aveva vinto la gara di appalto e il Comune, la Loni Srl sta dirigendosi spedita verso la zona a sud della città.

Diversi operai e alcuni automezzi, stanno piazzando in terra le piastrelle di porfido, agendo sul tratto di marciapiede riguardante l’area dei negozi nei pressi della stazione ferroviaria.

Se tutto proseguirà come ora, in poco tempo e probabilmente prima dell’estate, tutte le aree interessate dal restyling saranno portate a termine.

Probabilmente, se le pratiche amministrative redatte dagli uffici comunali fossero state più celeri dopo l’abbandono della ditta che aveva vinto l’appalto, ora si sarebbe parlato di cantiere chiuso.

Per concedere però il passi all’impresa classificatasi seconda, il Comune ha dovuto liquidare la Cacciapuoti di oltre 35mila euro, calcolati in base ai lavori svolti fino al momento della sospensione degli stessi.

Dunque, dopo aver risolto i suoi problemi di ottenimento dei documenti necessari per prendere il posto della vecchia ditta, la Loni Silvio Srl di Roma, ha potuto prendere possesso del cantiere. C’era da risolvere anche il problema del deposito dei materiali da risulta, sequestrato dai Carabinieri Forestali, per la presenza di un eccessivo quantitativo di laterizi collocati nell’area. Dopo la richiesta di dissequestro avanzata dall’amministrazione comunale, in pochi giorni è arrivata l’autorizzazione da parte della Procura di liberare il materiale da risulta. Compiuta questa operazione, la nuova ditta ha potuto disporre del deposito.

«Ora la Loni dovrà concludere le opere entro il 30 giugno – dice l’assessore ai Lavori pubblici Raffaele Bronzolino – anche se è stato deciso di variare l’ordine dei lavori, in quanto l’impresa non provvederà a terminare la parte a mare dei marciapiedi per poi iniziare quella verso monte, ma lascerà sospesi i lavori nella zona dell’ex fungo, per iniziare quelli che coinvolgono il tratto che va da Gigi Bar fino ai giardini pubblici».

ULTIME NEWS