Pubblicato il

Maltrattamenti a minori: sconcerto per l'arresto di una maestra

Maltrattamenti a minori: sconcerto per l'arresto di una maestra

Molti genitori increduli, altri affermano: ''ora le telecamere''

FIUMICINO – Sconcerto e sorpresa questa mattina a Fiumicino, all’entrata di scuola, tra i genitori degli alunni dell’istituto dove ieri è stata arrestata una maestra di 63 anni per presunti maltrattamenti su minori. Il provvedimento è scattato su disposizione del Tribunale di Civitavecchia.

Davanti alla scuola, bocche per lo più cucite: “Lo abbiamo appreso ieri sera, ma non sappiamo nulla di più – hanno detto alcuni genitori all’Ansa -,  siamo sorpresi”. Un altro: “Non ci possiamo credere”.
 
Davanti alla vicina scuola, invece, tanti capannelli di genitori che commentano la notizia. Ed i pareri sono discordanti. “I nostri figli sono stati con quella maestra 4 anni – dicono delle mamme – mai avuto problemi, i bambini erano affezionati a lei. Non ci possiamo credere, speriamo si chiarisca tutto”.  Un’altra mamma: “Mia figlia è  stata con la maestra accusata tre anni e le e’ rimasta affezionata. Era molto brava ed affettuosa. Tra l’altro didatticamente e’ sempre stata’ molto valida”. Altri genitori ad alta voce: “Oramai ci vogliono le telecamere fisse nelle scuole”.  “Sappiamo solo che giravano delle voci di lamentele – hanno detto invece altre mamme – e giravano voci di screzi tra maestre, ma nulla di concreto”.  “Se quanto accaduto  è vero – aggiunge un’altra mamma all’Ansa – hanno fatto bene le mamme a denunciare e sono da stimare”. “Ci hanno detto che le colleghe della maestra sono sconvolte,  incredule e non sapevano nulla”, aggiungono altre mamme. 
“Questa mattina – ha detto l’assessore alla Scuola Paolo Calicchio – nella sezione dove insegnava la maestra sono entrati quasi tutti i bambini. Abbiamo garantito la continuità didattica con una supplente. Ho portato la mia vicinanza alle maestre: c’è incredulità tra loro. La maestra è coinvolta, è  sempre stata ritenuta valida, da diversi anni di ruolo. Finora non abbiamo ricevuto nessun atto dall’autorità giudiziaria”.
ULTIME NEWS