Pubblicato il

Credito alle imprese, Nunzi: “Situazione grave a Civitavecchia”

Credito alle imprese, Nunzi: “Situazione grave a Civitavecchia”

Il commissario Confcommercio cittadino prende in esame un’indagine Unioncamere, sottolineando come i prestiti siano calati drasticamente, e suggerisce l’incentivazione di accordi da parte della politica  

CIVITAVECCHIA – “La situazione delle imprese in fatto di credito a Civitavecchia è grave”. Lo dichiara il commissario Confcommercio cittadino Tullio Nunzi che prende in esame un’indagine Unioncamere sui fabbisogni delle imprese del Lazio.

“Una delle più evidenti criticità evidenziata – spiega – è l’accesso al credito, e le difficoltà derivanti dai rapporti con le banche. Problema che si trascina da anni,e che in particolar modo affligge le piccole imprese ,quel capitalismo cellulare che a Civitavecchia – sottolinea Nunzi – ha un ruolo importante nell’economia”.

Il commissario Confcommercio dice che, secondo dati della Banca d’Italia, negli ultimi anni i crediti alle imprese siano calati di 128 milioni. 

“Un problema determinante – prosegue Nunzi – per la sopravvivenza e lo sviluppo delle aziende e che a Civitavecchia ha visto accadere avvenimenti tragici: un problema che per diverse ragioni non si è mai posto all’attenzione dell’agenda politica, nonostante la  fame di credito e di investimenti delle imprese”.

Nunzi suggerisce l’incentivazione di accordi da parte della politica “utilizzando il sistema dei consorzi fidi di Confcommercio e delle altre organizzazioni, forse si potrebbero avviare incontri per trovare soluzioni locali affinché si possa dare un’ attenzione particolare sugli aspetti del credito alle imprese del territorio che – conclude –  hanno sempre più bisogno di banche attente al territorio e alle imprese esistenti”.

ULTIME NEWS