Pubblicato il

FabLab a Civitavecchia, i consiglieri regionali Manzella e De Paolis scrivono all'assessore Fabiani

FabLab a Civitavecchia, i consiglieri regionali Manzella e De Paolis scrivono all'assessore Fabiani

CIVITAVECCHIA – “Il FabLab a Civitavecchia è un’opportunità da realizzare, per continuare nel lavoro, già avviato dalla Regione, di promozione e valorizzazione del territorio attraverso innovazione e tecnologia”. Lo dichiara il consigliere regionale Gian Paolo Manzella, che con il collega Gino De Paolis ha scritto all’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Guido Fabiani, per chiedere di “verificare la possibilità di avviare un FabLab all’interno dello Spazio Attivo di Bic Lazio”. Non dovrebbero esserci ostacoli, perché, spiega sempre Manzella, “il Piano Industriale 2017-2019 di Lazio Innova, in corso di approvazione, prevede la diffusione dei FabLab sul territorio”.

“Questa è la politica che ci piace. La politica che ascolta, intercetta i bisogni dei territori ed opera per valorizzarne le potenzialità”, è la considerazione di Alessio Gismondi, presidente della Cna di Civitavecchia, che sottolinea: “Possiamo parlare di obiettivo centrato, perché il giorno dopo la tavola rotonda organizzata dalla nostra Associazione per stimolare una riflessione sul valore dell’innovazione tecnologica e porre all’attenzione delle istituzioni la necessità di attivare  un FabLab nella nostra città, il consigliere Manzella, che nell’incontro aveva manifestato il proprio sostegno al progetto, si è concretamente messo al lavoro affinché Civitavecchia possa entrare a far parte della rete regionale dei FabLab”.

“Ringraziamo Manzella – prosegue Gismondi – e, con lui, il consigliere De Paolis, che ha espresso piena disponibilità a impegnarsi per questo risultato”.

“Raccogliendo le istanze e le richieste emerse nel corso del bel convegno organizzato dalla Cna sul tema delle nuove sfide occupazionali, mi sono impegnato ad esplorare tutte le strade che possano consentire anche a Civitavecchia di vivere l’esperienza positiva già sperimentata con i FabLab aperti in diverse zone del nostro territorio. Un FabLab – afferma Manzella – è innanzitutto un luogo di aggregazione, dove si incrociano le competenze. Ma è anche luogo di formazione e, naturalmente, di produzione tecnologica. Nella rete regionale degli Spazi Attivi sono stati avviati FabLab a Roma, Bracciano, Viterbo, Latina e Rieti: ognuno con un suo indirizzo specifico. A Civitavecchia immagino un luogo che permetta ai miglior artigiani locali di sperimentare crescita e formazione tecnologica per adattarsi alle nuove sfide del mercato”.

ULTIME NEWS