Pubblicato il

Caso Mencarelli: condannati quattro medici del San Filippo Neri

Caso Mencarelli: condannati quattro medici del San Filippo Neri

CIVITAVECCHIA – È arrivata a sei anni dalla morte della 16enne Cristina Mencarelli la sentenza di condanna in primo grado per i quattro medici del San Filippo Neri accusati di omicidio colposo. Un anno e sei mesi per aver sottovalutato le lamentele della ragazza durante la fase post operatoria. Alla giovane civitavecchiese, promessa del canottaggio, venne diagnosticato un adenoma ipofisario alla testa, un tumore curabile senza difficoltà. Tanto che venne ricoverata il 22 dicembre del 2010 per essere sottoposta ad un intervento chirurgico che fu eseguito con successo. Quando però la ragazza riprese conoscenza, iniziò subito a lamentare delle complicazioni a un occhio che furono minimizzate dal personale medico, in particolare dai quattro medici del reparto di neurochirurgia condannati e che l’avevano assistita nel decorso post operatorio, come evidenziato nel corso del dibattimento e ripreso nella sentenza del Tribunale di Roma. La situazione, come ricostruito dall’accusa, precipitò in poche ore. Cristina se ne andò il 2 gennaio del 2011, quando ormai era già in coma da una settimana.

 

ULTIME NEWS