Pubblicato il

"Che Dio li aiuti"

CERVETERI – Futuro Democratico, l’associazione culturale politica, costola del PD Cerveterano che si e costituita intorno alla figura e la linea politica di Alessandro Gnazi, ex segretario politico, entrata in forte contrapposizione ad un’altra associazione, Unidem, quella che ha vinto di misura il congresso straordinario di circolo voluto dal segretario Provinciale Rocco Maugliani per tentare una riappacificazione all’interno del circolo territoriale, prende atto che le incongruenze e la gestione della nuova segreteria non dà nessun segnale di volontà confronto interpretando e volendo interpretare la democrazia come una forma di sottomissione al vincitore perseguendo pratiche familiaristiche al limite della trasgressione delle regole che hanno portato sempre più il partito all’isolamento. L’ultimo, il tentativo provato, di brogli durante le elezioni dei delegati al congresso nazionale. L’isolamento e la pessima reputazione che questo modo di gestire il partito in assenza di linea politica, porta Futuro Democratico a denunciare che il nuovo segretario non ha mai ancora indetto una riunione di direttivo per fare il punto, chiuso in una gestione settaria che lo impegna a insalivare buste di raccomandate inviate agli scritti per improbabili “casting” di selezione per una lista che evidentemente si fa fatica ad elaborare e a mettere su. E tutto questo  avviene a poco più di due mesi dal voto. “Che Dio li aiuti” direbbe Suor Angela, quando si confronta con la mancanza assoluta di progetti di vita delle sue ragazze e ragazzi.

ULTIME NEWS