Pubblicato il

Zona industriale terra di nessuno

Zona industriale terra di nessuno

L'area è completamente abbandonata. Il Pd torna a denunciare lo stato di degrado in cui versa quella che invece potrebbe e dovrebbe rappresentare un volano di sviluppo economico ed occupazionale per la città VIDEO

CIVITAVECCHIA – “La zona industriale è abbandonata al degrado”. Ormai sembra quasi scontato ricordarlo. Una denuncia che si ripete ciclicamente. “Eppure – come ricordato dal segretario del Pd Enrico Leopardo, dal coordinatore della commissione Commercio Jenny Crisostomi e dal gruppo consiliare rappresentato oggi da Marco Piendibene e Rita Stella – nonostante questo, nonostante la nostra campagna #incuriaacinquestelle, nonostante in due anni e mezzo abbiamo testimoniato il degrado con video e fotografie, nulla si è mosso. Anzi, se possibile la situazione è addirittura peggiorata”. 

E così la conferenza stampa di oggi il Pd l’ha voluta tenere proprio in zona industriale, davanti a quella che è una vera e propria discarica a cielo aperto, a pochi metri dall’ecocentro comunale. Materassi, copertoni, sedie e mobili ormai irriconoscibili, televisori ed elettrodomestici, ferri vecchi. Si può trovare di tutto in quest’angolo seminascosto, su via Alfio Flores, specchio in realtà di quello che è diventata nel tempo la zona industriale. E non servono quattro dissuasori a risolvere il problema.

“Non ci sono servizi adeguati, manca una rete internet per le aziende presenti – ha spiegato Leopardo – tutto è lasciato all’abbandono. Da un lato la colpa è dell’inciviltà della gente che getta qui i rifiuti, invece di fare qualche passo in più ed arrivare all’ecocentro. Ma il discorso è generalizzato e assistiamo ad un immobilismo totale dell’amministrazione: erbacce, strade dissestate, sporcizia ovunque. Come si può pensare che qualcuno possa venire ad investire qui? Eppure quest’area potrebbe davvero rappresentare un’importante occasione di sviluppo e di ripresa, dal punto di vista economico ed occupazionale”. “Purtroppo – gli ha fatto eco Crisostomi – questo è lo specchio di una giunta che ha portato questa città nell’immobilismo”. 

Come ribadito poi dal consigliere Rita Stella, quella di oggi non rappresenta soltanto l’ennesima denuncia, ma anche un modo per sensibilizzare la città da un lato e l’amministrazione dall’altro. “Qualche mese fa – ha ricordato – insieme agli altri membri della minoranza avevano affrontare il problema della zona industriale, lanciando anche proposte per un rilancio dell’area. Ma sembra essere caduto tutto nel vuoto. Oggi è da apprezzare chi, nonostante questa situazione critica, riesce a rimanere con la propria attività qui. Una cosa è certa – ha aggiunto – purtroppo questa sarà la prima puntata di un viaggio nel degrado cittadino, che non risparmierà neanche il centro”. Ne è convinto anche il capogruppo del Pd in consiglio Marco Piendibene: “Quello che segnaliamo è un degrado non solo estetico – ha infatti spiegato – da qui però si può ripartire, aggregando tutte le forze, e anche quelle che sappiamo sono le poche risorse economiche a disposizione”. Riqualificare quindi, ma per rendere appetibile una zona che può oggi ancora dare risposte in termini di lavoro e di ripresa dell’economia. 

VIDEO

ULTIME NEWS