Pubblicato il

Un borgo medievale con origini molto antiche

Un borgo medievale con origini molto antiche

S. SEVERA – Il borgo medievale di S. Severa vanta origini molto antiche. La prima documentazione scritta nella quale compare il nome del luogo, risale all’anno ‘939, ma in realtà esso si sviluppò nel luogo in cui già sorgeva l’insediamento etrusco di Pyrgi, nel quale è stata rinvenuta la celebre lamina d’oro con iscrizione bilingue etrusco-cartaginese.Nel periodo romano, l’insediamento, rimase relegato ai margini della grande storia, per venire distrutto dalle incursioni saracene nel IX secolo.A cavallo tra il X e l’XI secolo venne edificato sul posto dai conti della Tuscia un fortilizio dedicato alla giovane Severa, che era stata martirizzata nel 660 in un luogo poco distante.La prima documentazione scritta del castello risale al 1068, quando il conte di origine normanna, Gerardo di Galeria, lo donò insieme alla chiesa, all’abbazia di Farfa, che rappresentava uno degli enti ecclesiastici più importanti del Lazio medievale. Santa Severa rimase proprietà dell’abbazia fino al 1130, quando papa Anacleto II la donò all’abbazia di S. Paolo fuori le mura.Nel corso dei secoli il castello divenne proprietà di diverse nobili famiglie romane, mentre negli anni ’70 la torre fu impropriamente adibita a casa di vacanze. Attualmente, al suo interno una scala a chiocciola conduce alle tre stanze circolari arredate con pannelli didattici che illustrano la storia del castello e del borgo e con riproduzioni di armi antiche e costumi medievali.

Ilenia Polsinelli

ULTIME NEWS