Pubblicato il

Differenziata, appalto in scadenza

Differenziata, appalto in scadenza

Domani termine ultimo per la presentazione delle offerte per la gara a carattere europeo. Tra le novità il ritiro del vetro a domicilio. Intanto concessa la proroga alla Gesam

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Scadrà domani, il termine ultimo per la presentazione delle offerte, per la gara di appalto a carattere europeo, per la raccolta differenziata. Un appalto che avrà la durata di sette anni, con un costo complessivo di 28 milioni di euro che, secondo la giunta Bacheca, non dovrebbe portare ad un aumento della tassa dei rifiuti. Nel frattempo, ovviamente, l’amministrazione ha concesso una ulteriore proroga alla Gesam. Quali sono le novità di questo nuovo capitolato che sarà esecutivo nel momento in cui sarà reso noto il nome della ditta vincitrice e cioè il 17 aprile quando verranno aperte le buste? Dal momento in cui la nuova società prenderà possesso del servizio, dovrà togliere tutte le campane per il vetro collocate sul territorio cittadino in quanto, il ritiro delle bottiglie, avverrà a domicilio anche per coloro che abitano nei condomini. Tutti i mastelli, cioè i contenitori che la nuova ditta distribuirà, avranno un codice a barre che consentirà l’identificazione dell’utente. Non sarà più possibile utilizzare buste di plastica prelevate da grandi magazzini o dai negozi sotto casa, perché verranno consegnati sacchi di diversi colori dove depositare i rifiuti, quelli grigi per l’indifferenziato, quelli gialli per la plastica e quelli trasparenti per l’umido.

Per quanto riguarda invece i rifiuti da giardino, la raccolta avverrà con contenitori carrellati forniti su richiesta dell’utente, mentre i rifiuti degli esercizi commerciali saranno ritirati improrogabilmente alle 10 del mattino, tutti i giorni. Per quanto attiene invece alla pulizia della città, lo spazzamento delle strade avverrà attraverso l’operatore ecologico di quartiere, con l’utilizzo di tre macchine spazzatrici seguite da un furgone con due operatori che, muniti di ramazza e tagliaerba, provvederanno a togliere rifiuti e erbacce. Tutte queste operazioni saranno controllate dai una società incaricata alla verifica del servizio, ed avrà il compito di erogare sanzioni immediate alla ditta qualora non rispetti i termini del capitolato. Saranno ampliate anche le isole ecologiche della Perazzeta e realizzato un secondo ecocentro anche a Santa Severa.

Ma la novità più importante è quella che verranno istituite tre isole ecologiche mobili, che i cittadini potranno utilizzare e che permetteranno di dare un “bonus” a chi farà la raccolta nei modi previsti.

ULTIME NEWS