Pubblicato il

Bell’Essere: anche quest’anno riparte il progetto dedicato alle pazienti oncologiche

Bell’Essere: anche quest’anno riparte il progetto dedicato alle pazienti oncologiche

Il programma, completamente gratuito, ha l’obiettivo di aiutarle a migliorare il proprio aspetto fisico durante e dopo le cure, radioterapiche o chemioterapiche, ed indurre una condizione generale di benessere prodotta dalle prestazioni estetiche e dal prendersi cura dell’immagine di sé

CIVITAVECCHIA – Anche quest’anno l’Asl Roma 4 sostiene Bell’Essere di Adamo onlus. Il programma, completamente gratuito, è dedicato a donne sottoposte ai trattamenti oncologici con l’obiettivo di aiutarle a migliorare il proprio aspetto fisico durante e dopo le cure, radioterapiche o chemioterapiche, ed indurre una condizione generale di benessere prodotta dalle prestazioni estetiche e dal prendersi cura dell’immagine di sé. Il programma si realizza grazie alla collaborazione tra l’ Adamo onlus , Asl Roma4 e il Centro di formazione professionale della Città metropolitana di Roma.

Bell’Essere si divide in quattro fasi. Nella prima, di tipo formativo vengono forniti, da parte di esperti volontari messi a disposizione da Adamo e Asl Roma 4, di tre moduli rivolti alle allieve in estetica del secondo anno. Le allieve saranno sensibilizzate sui temi legati al trattamento di pazienti oncologiche, dal punto di vista sanitario, etico e psicologico.

Nella seconda, di tipo divulgativo: l’iniziativa viene presentata al territorio. La terza fase è quella dell’adesione: le pazienti vengono scelte attraverso la stretta collaborazione con l’ambulatorio di medicina oncologica del San Paolo. La quarta e ultima fase è quella operativa.

Partiranno le attività estetica alle pazienti oncologiche presso il laboratorio di estetica, del Centro di formazione. Il programma prevede varie giornate nel mese di aprile e maggio 2017, con dalle 6 alle 8 donne, in un’atmosfera informale e piacevole dove le allieve, sotto la guida di professionisti esperti e docenti competenti nell’ambito dell’estetica, potranno sperimentare modalità di trattamento (viso, manicure, pedicure e trucco) adeguato alla patologia della donna.

Ciascuna modella per poter essere inserita in questo programma dovrà chiedere al proprio medico-oncologo, se la terapia in atto o precedentemente effettuata possa avere limitazioni ad alcuni degli interventi estetici proposti.

ULTIME NEWS