Pubblicato il

Strisce blu, il sindaco Tondinelli al Pd: "Parametri necessari per permetterci di approvare il bilancio previsionale"

Strisce blu, il sindaco Tondinelli al Pd: "Parametri necessari per   permetterci di approvare il bilancio previsionale"

BRACCIANO – Replica il sindaco Armando Tondinelli al comunicato pubblicato sul sito del Pd di Bracciano in merito alle strisce blu.
«Una delle liste a sostegno del Sindaco, denominata “Patto per Bracciano“, rappresentava proprio, citando testualmente il programma del Sindaco: “un patto da rispettare, vincolante, per coloro che si propongono per amministrare ciò che appartiene ai cittadini di Bracciano”” si legge nella nota del pd. «Il sindaco – continua il Pd – presentandosi davanti agli elettori da candidato, si era impegnato ad eliminare o ridurre drasticamente le strisce blu sul nostro territorio, mentre alla prova dei fatti, da amministratore, ha raddoppiato la tariffa oraria! Infatti passiamo da 0.50 per la prima ora di sosta, ad 1, e con 0,50 da oggi in poi si potrà sostare soltanto per 30 minuti». Giungono però le precisazioni del sindaco di Bracciano.
«In merito alla revisione parziale delle tariffe dei parcheggi a pagamento è vero che nel programma elettorale era stata prevista la revisione del piano parcheggi a pagamento che prevedeva l’abolizione o la massima riduzione per i residenti. Per ora è stato adottato il provvedimento della sosta gratuita sulla piazza Mazzini la domenica e festivi per i residenti nel Centro Storico autorizzati alla sosta in ztl» spiega Tondinelli.
«In merito alle restanti aree – continua il sindaco braccianese – al momento il provvedimento di cui alla DGC n. 74 è stato adottato al fine di contribuire a raggiungere i parametri economici necessari a garantire l’obiettivo di approvare un bilancio previsionale 2017 nei termini previsti, nonostante una situazione di cassa complessa, condizionata da una irresponsabile passata gestione amministrativa, avendo sulle spalle un piano di riequilibrio e le mancate entrate del servizio idrico passato all’ACEA. Si è cercato di attuare una revisione delle tariffe quanto meno invasiva per le casse dei cittadini. E’ stata una decisione difficile ma ha prevalso la necessità di evitare il predissesto o addirittura l’ipotesi di un nuovo commissariamento, che avrebbe paralizzato la nostra cittadina per un altro lungo periodo con tutte le conseguenze correlate».
“Questa amministrazione – continua Tondinelli – sta improntando la sua condotta al rispetto della normativa di spesa e ai vincoli di bilancio, perseguendo sempre l’obiettivo della serietà, della concretezza e della corretta pianificazione. Ricordo che questa amministrazione, per alleggerire il carico economico della nostra comunità, ha approvato il regolamento per la rottamazione delle cartelle esattoriali, dando l’opportunità concreta a tutti quei cittadini che hanno pendenze relative agli anni 2000-2016 con le concessionarie per la riscossione delle entrate, di aderire al pagamento agevolato e ottenere quindi una riduzione delle somme dovute. Rimango basito dalle argomentazioni di una parte politica che si permette di criticare l’operato di chi da pochi mesi ha ereditato un comune commissariato e sull’orlo del baratro economico e che ha espresso amministratori indagati per associazione a delinquere per reati contro la P.A. e condannati, seppur in primo grado, dalla corte dei conti a pagare circa un milione e ottocentomila euro per danni causati al comune. Il programma elettorale, che ricordo si completerà nell’arco dei cinque anni, sarà rispettato in ogni suo punto e la mia amministrazione metterà in campo ogni risorsa affinché quanto annunciato sia posto in essere nel rispetto di una oculata azione amministrativa”.

ULTIME NEWS