Pubblicato il

Adsp: il presidente Di Majo convoca il vecchio comitato portuale

CIVITAVECCHIA – Una fase di stallo che inizia a preoccupare davvero. Perché a cinque mesi dall’insediamento del presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale non si riesce ancora a costituire il comitato di gestione, organo oggi fondamentale con la riforma della legge portuale, per dettare le linee guida e di fatto governare tutto il sistema. Dopo la bocciatura dell’Anac sul nome di Enrico Luciani, scelto inizialmente dalla Regione Lazio che ha dovuto quindi optare per la soluzione alternativa, indicando il proprio dirigente Roberto Fiorelli, e con il nodo ancora ufficilamente da sciogliere sull’autocandidatura del sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino, resta l’incognita anche per il membro scelto dalla Città metropolitana. Il 10 novembre scorso Palazzo Valentini scelse la via del bando pubblico emanando un avviso al fine di vagliare candidature qualificate a ricoprire la carica di componente nel comitato di gestione di Molo Vespucci. Alla fine del processo di selezione il vincitore si è rivelato essere Matteo Africano, ingegnere civile con esperienza accademica e professionale nella tecnica ed economia dei trasporti, nelle infrastrutture e nell’urbanistica. La sua nomina tuttavia, deve essere accompagnata ai sensi dello Statuto dell’ente da un passaggio in Consiglio Metropolitano: ma di questa convocazione neanche l’ombra. Anzi, con proposta di delibera formulata i primi di marzo, senza spiegazioni, la delibera è stata ritirata e da allora più nessuna novità, se non le voci sull’ipotesi di un nuovo bando e di un ulteriore allungamento dei tempi. E così il presidente dell’Autorità di Sistema portuale, l’avvocato Francesco Maria di Majo, finora solo al comando di Molo Vespucci non senza difficoltà e costretto a superare diversi ostacoli, ha deciso di seguire l’esempio dei colleghi di La Spezia e Livorno, carla Roncallo e Stefano Corsini, andando a convocare il vecchio comitato portuale. La seduta è in programma per il 27 aprile. L’obiettivo è quello di procedere all’approvazione dei bilanci di previsione e consuntivo, la cui scadenza è fissata per fine mese, e proporre anche all’approvazione dei presenti la delibera per la nomina del segretario generale dell’ente, indicato nella dottoressa Roberta Macii. Nel frattempo l’incarico c’è stata una staffetta all’interno dell’ente: l’incarico, come facente funzione, è passato da Lelio Matteuzzi a Maurizio Marini. 

ULTIME NEWS