Pubblicato il

Pascucci: "Dal Tar non mi aspetto sorprese"

Ieri la discussione del ricorso di Ciogli per l'annullamento di tutti gli atti prodotti da Nunzi; fra qualche giorno verrà resa nota la decisione

Ieri la discussione del ricorso di Ciogli per l'annullamento di tutti gli atti prodotti da Nunzi; fra qualche giorno verrà resa nota la decisione

CERVETERI – Si è tenuta ieri presso il TAR la discussione sul ricorso che l’ex sindaco Gino Ciogli ed altri hanno promosso contro il comune di Cerveteri, mirato ad ottenere l’annullamento del decreto sindacale n° 51 del 27 dicembre 2016, con il quale si decretava l’efficacia in sanatoria del decreto n° 48 e di tutti gli atti successivi conseguenti al conferimento dell’incarico dirigenziale a tempo determinato di direzione della terza area, Assetto, Uso e Sviluppo del territorio, all’ingegnere Mauro Nunzi; della Nota del segretario Generale del comune avente ad oggetto la delibera ANAC n° 1198;  e di tutti gli atti connessi e collegati anteriori e successivi. Abbiamo già riportato, sulle colonne di questo giornale, che questo ricorso è un passaggio delicatissimo per la legittimazione dell’operato della amministrazione Pascucci, ma soprattutto per tutti coloro che hanno da sempre osteggiato le sue scelte, in quanto, se il parere del Tribunale Amministrativo sarà per l’accoglimento, rendendo nulli e privi di efficacia tutti gli atti prodotti dal dirigente dell’area Urbanistica ingegnere Mauro Nunzi, tutto quanto fatto senza entrare nel merito politico di ciò che si è prodotto. Zona Artigianale, piano integrato Campo di mare, linee guida del piano regolatore, eventuale variante generale  allo stesso, e fino alla piccola licenza rilasciata al cittadino per una tettoia, verrebbe annullato, e tutto ritornerebbe allo stato dove Ciogli ha lasciato. La decisione verrà deliberata e resa pubblica nei prossimi giorni ma circa il parere non è trapelato assolutamente nulla se non gli umori enigmatici degli avvocati. 
Come al solito Pascucci è fiducioso sulla correttezza dell’operato suo e della sua amministrazione ma soprattutto nella giustizia e dichiara di non aspettarsi sorprese.

ULTIME NEWS