Pubblicato il

Media Carducci, anche D'Emilio attacca l'amministrazione Bacheca

Media Carducci, anche D'Emilio attacca l'amministrazione Bacheca

S. MARINELLA – L’esponente locale del Pd Pierluigi D’Emilio attacca a testa bassa la maggioranza di governo, e l’accusa di aver sperperato denaro pubblico in attività aleatorie, invece di destinare fondi per la ristrutturazione degli istituti scolastici.

«Non sono bastati gli esposti, le denunce e le rimostranze dei cittadini – dice D’Emilio – non sono bastate le azioni della dirigente scolastica Velia Ceccarelli, a costringere questa maggioranza ad effettuare i necessari interventi per rendere la scuola Media accessibile agli studenti. La disastrosa situazione dell’edilizia scolastica infatti, ha portato alla ribalta delle cronache nazionali la nostra cittadina, per la pietosa situazione infrastrutturale delle scuole. E’ bene ricordare che i plessi scolastici sono di competenza dell’amministrazione comunale, che il più delle volte altro non fa che lamentarsi di quanto sia cattivo lo stato centrale, mentre i nostri ragazzi sono costretti a frequentare una struttura fatiscente”.

“Già qualche tempo fa – dice D’Emilio – scrissi dell’intervento dei vigili del fuoco che avevano transennato alcune aree della Carducci, ed ora veniamo sbattuti in prima pagina su uno dei programmi di punta della Tv di Stato, con immagini inequivocabili. La dirigente scolastica mostra alle telecamere la documentazione attestante le sue reiterate richieste, lamentando il fatto che l’amministrazione non ha neanche risposto, in particolare su un fatto gravissimo, il certificato di agibilità della Carducci. I bagni riservati alle alunne sono privi di porte e quindi le nostre ragazze dovrebbero andare in bagno mostrandosi pubblicamente come se fossero in un prato. I servizi igienici del primo piano degli alunni invece sono non funzionanti. Insomma da quanto si evince dal servizio, al primo piano non si può andare in bagno, non parliamo poi del pavimento che sprofonda, delle transenne, delle crepe e del degrado ovunque. Mentre siamo obbligati a sopportare questa violenza e lassismo da parte dell’amministrazione, dobbiamo apprendere che siamo presenti alla mostra sul grande Totò in quel di Napoli, orgoglio per Santa Marinella, per il fatto che il grande attore partenopeo, in passato, soggiornò in quella che era la Perla del Tirreno. L’amministrazione non fa altro che parlarsi addosso e blaterare di cosa faranno, di come risolveranno, ma ad un anno dalla fine di questo secondo mandato Bacheca, la città è in uno stato pietoso”. “Nel mentre urge porre rimedio a tutto questo – conclude D’Emilio – viviamo in un contesto nel quale è oramai risaputo il Comune versa in condizioni finanziarie a dir poco precarie».

ULTIME NEWS