Pubblicato il

Amministrative Montalto, colpo di scena: si fanno le primarie tra Mazzoni, Sacconi e Lucherini

Amministrative Montalto, colpo di scena: si fanno le primarie tra Mazzoni, Sacconi e Lucherini

MONTALTO – Colpo di scena a Montalto di Castro: i tre candidati a sindaco di centrosinistra fanno un passo indietro e si affidano alle primarie.

Così Quinto Mazzoni, Eleonora Sacconi e Alessandro Lucherini hanno accolto le richieste dei cittadini di Montalto e Pescia affinché il progetto di governo per le amministrative 2017 convergesse in un progetto unitario. Il 29 aprile si terranno quindi le primarie per la scelta del capolista della lista unitaria delle forze di centrosinistra del paese.

«L’opportunità di ricorrere a questo strumento di scelta – affermano i tre candidati – è stata ampiamente condivisa dai componenti dei gruppi e dai sostenitori dei candidati in ragione della validità di tutti i concorrenti e della condivisione programmatica e politica dei vari comitati. Tutti i candidati si propongono quale valida e credibile alternativa all’attuale amministrazione».

L’appuntamento è, quindi, per sabato prossimo, 29 aprile dalle ore 9 alle19 a Pescia in viale dei Pini e a Montalto presso la sala piccola di San Sisto. Potranno votare tutti i cittadini simpatizzanti aventi diritto al voto. L’ufficializzazione delle primarie è seguita di poche ore all’ennesima proposta lanciata dalla candidata Eleonora Sacconi.

«Quando mi chiesero di candidarmi a sindaco ero consapevole che non sarebbe stato facile, ma nell’attimo in cui ho accettato, ho caricato su di me la responsabilità che ne deriva – ha detto la Sacconi – Responsabilità che sento mia e che per mia fortuna è condivisa e sostenuta anche dal mio gruppo, lo stesso che non ha mai smesso di sostenermi, nonostante la scorrettezza dimostrata da alcuni, e che ha lavorato sempre con me per tentare un dialogo con gli altri gruppi di centrosinistra scesi in campo. Sono stata accusata di voler fare il sindaco per forza, nulla di più sbagliato, sarei rimasta egoisticamente dove stavo e avrei avuto la strada più spianata sicuramente: ho detto che sento di poterlo fare, altrimenti la mia candidatura non avrebbe senso».

«Sono stata accusata di non aver cercato un accordo con gli altri – ha anche detto la Sacconi – quando io stessa ho spesso creato i presupposti affinché ciò avvenisse, cosciente che non puoi pensare di voler fare il sindaco se manchi nell’ascoltare il volere dei tuoi cittadini. Circa dieci giorni fa, e qualcuno ha dimenticato di dirlo, durante l’ennesimo incontro tra i candidati, abbiamo rimesso tutti e tre la nostra candidatura sul tavolo». Consapevole che icittadini di Montalto e Pescia vogliono un centrosinistra unito -, aveva quindi detto la Sacconi – così come lo voglio anch’io, e dopo essermi confrontata con il mio gruppo, sono a richiedere pubblicamente agli altri due candidati le primarie, unico mezzo a questo punto atto a garantire l’unione di tutti e tre i gruppi. Forte della mia esperienza mi metto a disposizione per stabilire insieme ai candidati Mazzoni e Lucherini le regole di questo percorso che auspico porti a quell’unione, soprattutto d’intenti, fortemente richiesta dai cittadini. Attendo ora che gli altri candidati facciano la loro parte, considerando che non è mai tardi per il bene del Paese». A distanza di qualche ora è poi giunta l’ufficializzazione della data delle primarie da parte del segretario del Pd e candidato Quinto Mazzoni.

 

ULTIME NEWS