Pubblicato il

"El ruso": super latitante arrestato a Civitavecchia

"El ruso": super latitante arrestato a Civitavecchia

Blitz ieri sera della Guardia di Finanza di Brescia, in collaborazione con i colleghi locali, in porto. In manette il 36enne Miro Niemeir Rizvanovic evaso nel 2016 in Colombia e ricercato in tutto il mondo per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga  

CIVITAVECCHIA – Blitz ieri sera al porto di Civitavecchia. Il super latitante colombiano Miro Niemeir Rizvanovic “El Ruso”, 36enne di origine tedesca, nato in Bosnia-Erzegovina, è finito in manette. Ad attenderlo in banchina la Guardia di Finanza di Brescia, in collaborazione con i colleghi della Compagnia locale. Dopo un viaggio in auto a bordo di una motonave da Barcellona verso l’Italia, con scalo a Olbia per poi raggiungere Civitavecchia, il gruppo investigativo per la criminalità organizzata delle Fiamme Gialle bresciane gli ha messo le manette.

Rizvanovic viene considerato un membro importante del clan colombiano “Usuga” che si occupa di traffico di sostanze stupefacenti, racket, estorsioni, riciclaggio di denaro sporco e rapine tra sudamerica e altri Stati. Braccio destro del capo “Otoniel”, attualmente ricercato, “El Ruso” era evaso nel 2016 in Colombia ed era ricercato in tutto il mondo per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga. Viene considerato il “cassiere” del gruppo criminale: il suo ruolo era quello di gestione delle finanze e dei traffici del clan sulle rotte Sud America-Stati Uniti-Europa ed immissione degli stupefacenti anche in Italia.

L’indagine che lo ha portato a finire in manette è partita dalla procura distrettuale antimafia di Brescia che poi ha coinvolto altre istituzioni ai massimi livelli.  A coordinarte il tutto il Gico, la Direzione investigativa antimafia di Brescia: non è escluso che proprio la droga trattata dal Clan Usaga arrivasse anche sul mercato bresciano. È probabile che l’uomo fosse sbarcato in Italia per assumere un’altra identità.

ULTIME NEWS