Pubblicato il

NewCo: intervento a gamba tesa delle associazioni dei consumatori

NewCo: intervento a gamba tesa delle associazioni dei consumatori

Codacons, Codici e Federconsumatori critici in merito alla vertenza del passaggio dei lavoratori delle municipalizzate in Civitavecchia Servizi Pubblici srl. Contestano i sindacati e a Cozzolino dicono: "Vengano ascoltati i civitavecchiesi"  VIDEO

CIVITAVECCHIA – Codacons, Codici e Federconsumatori territoriali intervengono nuovamente nella vertenza relativa al passaggio dei lavoratori dalle municipalizzate in liquidazione alla NewCo Civitavecchia Servizi Pubblici, esprimendo unanime disappunto alle esternazioni di alcuni sindacalisti “che sembrano, in dichiarazioni sibilline – hanno spiegato i rappresentanti Sabrina De Paolis, Massimiliano Astarita e Giulio Cesare Scotto – opporsi ad un “diverso inquadramento del personale” e ad un “passaggio di livello e di contratto”, in modo particolare in Città Pulita. Raccogliamo quotidianamente i pensieri e le segnalazioni di centinaia di utenti, e come già sostenuto con l’amministratore unico della NewCo Francesco De Leva, l’opinione unanime dei cittadini di Civitavecchia, che sono coloro che pagano gli stipendi di Città Pulita, è quella di procedere, nel passaggio dei lavoratori da Hcs alla NewCo, al maggior taglio di livelli, stipendi, superminimi, ad personam e quant’altro, con l’auspicio di un ritorno di molti lavoratori alla pulizia delle strade, dagli uffici nei quali, nel tempo, sembra si siano trasferiti”.

A quanto pare, nel corso dell’incontro di qualche settimana fa, il dottor De Leva avrebbe detto alle associazioni che avrebbe potuto fare solo pochi demansionamenti “poiché il piano era già stato impostato in tal modo in sede di concordato, e riteniamo sia stato un errore commesso con tutta probabilità dall’Assessore competente – hanno aggiunto – ed eravamo già contrari a questo modo di “partire male” per la NewCo. Figuriamoci ora apprendere che alcuni sindacalisti si oppongono anche a questi pochi inquadramenti lavorativi che possano restituire ai cittadini la sensazione che l’attuale amministrazione possa e debba fare tutto ciò che è in suo potere per ristabilire una parvenza di giustizia nelle partecipate che sono state, a detta proprio dell’attuale Giunta, mal gestiste delle precedenti amministrazioni”.

Codacons, Codici e Federconsumatori invitano quindi il Sindaco e l’amministratore De Leva ad operare in tal senso, “tutelando gli oltre 50.000 vivitavecchiesi, e non solo i lavoratori privilegiati, e a non seguire alcune logiche sindacali e modus ormai d’altri tempi, miranti – hanno concluso – a difendere posizioni e privilegi indifendibili, presentando poi il conto di queste scelte ad un’intera città”.

VIDEO

ULTIME NEWS