Pubblicato il

Prima gli insulti poi l'accoltellamento

Prima gli insulti poi l'accoltellamento

Piazza Regina Margherita. Secondo le testimonianze di alcuni avventori il pensionato Antonio Capri si sarebbe innervosito dopo uno scambio di battute con alcuni clienti del bar, che lo avrebbero deriso e, uno di questi, il 58enne Ennio Pezzuca lo avrebbe anche aggredito fisicamente, prima di essere colpito con un coltello. Capri deve rispondere di tentato omicidio 

CIVITAVECCHIA – Prima gli insulti, le offese e la derisione. Poi la lite, violenta, pugni e calci, e infine l’accoltellamento. Sarebbe questa ricostruzione effettuata dagli agenti del commissariato di Polizia che sabato sera, attorno alle 19, sono intervenuti a piazza Regina Margherita, fuori il circolo del Dopolavoro ferroviario, allertati da alcuni avventori e da diversi passanti. 

Una discussione determinata da futili motivi e che si sarebbe potuta trasformare in una vera tragedia. Dalle testimonianze raccolte, il 75enne Antonio Capri, pensionato civitavecchiese attualmente in carcere con l’accusa di tentato omicidio, si sarebbe innervosito dopo uno scambio di battute con alcuni clienti del bar, che lo avrebbero deriso e, uno di questi, lo avrebbe anche aggredito fisicamente. Si tratta in particolare del 58enne Ennio Pezzuca, ricoverato in gravi condizioni al Policlinico Gemelli di Roma. Dalle parole, tra i due, si è passati presto alle mani: i due infatti se le sarebbero date di santa ragione fuori al circolo, sul marciapiede, di fronte ai passanti. Pugni e calci, con il pensionato ad avere la peggio, considerato anche il suo volto tumefatto, con fratture agli zigomi, diverse ecchimosi sul viso ed una ferita alla mano. Qualcuno dice che sia stato colpito anche quando era a terra, ma ancora è tutto da verificare. 

La lite è degenerata dopo pochi minuti, fino all’accoltellamento di Pezzuca, il quale è stato colpito più volte all’addome. Immediati i soccorsi e l’intervento di tre volanti della Polizia, che hanno subito fermato Capri, che stava cercando di allontanarsi frettolosamente, ma è stato raggiunto nei pressi di via Leonardo. 

Il 58enne, invece, prima portato in codice rosso al San Paolo, è stato poi trasferitoin eliambulanza al Gemelli proprio per le condizioni critiche. Non corre comunque pericolo di vita.

Intanto si attende l’udienza di convalida per il pensionato, assistito dall’avvocato Paolo Tagliaferri. Possibile che si possa svolgere ormai mercoledì, con l’uomo che davanti al giudice dovrà spiegare cosa realmente accaduto sabato.

 

ULTIME NEWS