Pubblicato il

Confcommercio: "Tasso di disoccupazione al 25%"

Confcommercio: "Tasso di disoccupazione al 25%"

L'associazione rivela i dati elaborati dal suo centro studi del Lazio. Bene strutture ricettive, di ristorazioni, agenzie di viaggio e noleggi veicoli. Male per commercio al dettaglio e all'ingrosso e per il settore "costruzioni" 

CIVITAVECCHIA – “A Civitavecchia, nel quinquennio 2012-2017, i settori imprenditoriali che hanno avuto un maggior trend positivo sono stati quello delle strutture ricettive e della ristorazione”.

Lo comunica la Confcommercio e proprio di questo aveva parlato Tullio Nunzi nel corso della riunione del tavolo istituzionale permanente sul lavoro all’aula Pucci. 

Confcommercio segnala un incremento di nuove attività del 23,19% e dei servizi di agenzia di viaggio e noleggio trasporti (+13,81%). “Appare evidente – spiegano dall’associazione – che questi trend positivi siano strettamente correlati tra loro, e siano diretta conseguenza degli effetti benefici dell’attività turistico-portuale. Un altro settore che avrebbe dovuto beneficiare dell’effetto trainante dell’attività turistico-portuale sarebbe dovuto essere quello del commercio al dettaglio e ingrosso – prosegue – che, invece risulta essere  uno dei due settori più in difficoltà dell’economia civitavecchiese, insieme a quello delle costruzioni, con una riduzione delle imprese operanti sul territorio del 2,70%”.

Dall’associazione dicono che, probabilmente, si verifica perché non si riesce ad attrarre in città l’ingente flusso di turisti che ogni giorno arriva a Civitavecchia. “Altra nota dolente in controtendenza rispetto agli incrementi positivi di alcuni settori commerciali è l’occupazione. A Civitavecchia – concludono da Confcommercio – il tasso di disoccupazione si aggira intorno al 25%, in larga parte costituito da donne e giovani”.

I dati sono stati elaborati dal centro studi di Confcommercio Lazio.

ULTIME NEWS