Pubblicato il

Ladispoli, anche via Vilnius può ospitare circhi

LADISPOLI – Con la delibera di giunta del 13 aprile scorso il comune aveva individuato le aree per l’installazione di singole attrazioni o piccoli complessi di attrazioni. Non era prevista quella di Via Vilnius tra quelle dedicate all’attività circense. Tuttavia un’ulteriore delibera di giunta ha inserito tra le aree idonee all’utilizzo per l’”annualità 2017 per gli operatori dell’attività di spettacolo circense” anche l’area privata di Via Vilnius, dove da alcuni giorni sono posizionati tendoni ed animali del Circo Rinaldo Orfei.  Le associazioni animaliste erano già sul piede di guerra, tanto da presentare un esposto alla Guardia di Finanza che prende di petto anche i cartelloni pubblicitari disseminati per la città. Tra i rilievi fatti al comune la mancata comunicazione di avvio di procedimento dopo la domanda del circo, prevista dal “Regolamento comunale sul possesso e la tutela degli animali” per i cd “controinteressati”, tra i quali anche le associazioni animaliste locali. Ma nel mirino degli animalisti anche l’area prescelta per l’attendamento.  La legge 337 del 1968 prevede che i comuni redigano un elenco delle aree comunali destinate ai circhi, da aggiornare una volta all’anno. “È vietata la concessione di aree non incluse nell’elenco”, si legge nel testo di legge. Ebbene nella delibera 61 del 13 aprile 2017 le aree individuate sono soltanto quelle di “Via della Luna e Viale Mediterraneo , ma non quella di Via Vilnius effettivamente occupata dal circo in questi giorni.  Ecco allora che la delibera firmata ieri va ad inserire la suddetta area, privata, tra quelle idonee ad ospitare i circhi, scavalcando d’autorità questa obiezione. Si vedrà come reagiranno le associazioni all’interno di un botta e risposta che non sembra volersi arrestare.

ULTIME NEWS