Pubblicato il

Manca il numero legale: salta il consiglio metropolitano

Manca il numero legale: salta il consiglio metropolitano

Slitta ancora la nomina del rappresentante per il Comitato di gestione portuale. Il consigliere del M5S Matteo Manunta: "Sterile ostruzionismo dell'opposizione"

CIVITAVECCHIA – È saltato il consiglio metropolitano che si sarebbe dovuto tenere questa mattina a Palazzo Valentini. Tra i provvedimenti, oltre al rendiconto di gestione 2016, anche la designazione dell’ingegner Matteo Africano come membro del Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale. 

“Purtroppo il consiglio non si è potuto svolgere per mancanza del numero legale, era presente solo il gruppo consiliare del M5S – ha spiegato il consigliere civitavecchiese Matteo Manunta – perciò non si è potuto procedere all’approvazione del rappresentante di Città Metropolitana all’interno del Comitato di Gestione, parere obbligatorio ai sensi dell’art. 26 dello Statuto di Città Metropolitana. Mi dispiace che l’opposizione abbia tenuto questo comportamento, data l’importanza dei provvedimenti all’ordine del giorno. Da una parte i partiti attaccano la Raggi per la mancata nomina – ha aggiunto Manunta – dall’altra mandano deserto il consiglio metropolitano che a causa della finta abolizione voluta dal governo Renzi vede una maggioranza che non ha i numeri per fare la maggioranza”.

Il consiglio è stato convocato nuovamente per il 2 maggio.

“Vedremo se in questa data le opposizioni faranno prevalere il senso di responsabilità nei confronti del porto di Civitavecchia – ha concluso il consigliere metropolitano – o se vorranno continuare con il loro sterile ostruzionismo”.

ULTIME NEWS