Pubblicato il

Il consigliere Porro: "Sventato un attentato alla democrazia"

CERVETERI – E arriva subito un commento del consigliere comunale Mauro Porro, capogruppo di Governo Civico, forza di maggioranza della coalizione ”Esserci”, a seguito dell’assise del 2 maggio. Tutto si incentra  sull’abilità e sul senso del dovere verso i cittadini di tutti i consiglieri che hanno sventato  un attentato alla democrazia  ad opera del presidente del consiglio Salvatore Orsomando. «La città di Cerveteri – dice Porro riferendosi alla variante al Prg –   aspettava da decenni questo fondamentale e improcrastinabile atto. Tante delle precedenti Amministrazioni sono finite anzitempo non appena hanno provato a mettere mano su questo tema perché, probabilmente, non si raggiungevano gli accordi dettati dalle varie “scuderie”. Invece, la nostra scuderia sono i circa 40 mila cittadini di Cerveteri dei quali vogliamo a tutti i costi difendere i diritti. Noi crediamo che non esistano diritti “ad personam”, validi solo per alcuni: i diritti non sono un privilegio. Il presidente Orsomando, –  continua Porro –  forse pensando di essere nel Medio Evo, ha pensato di sciogliere il consiglio “di imperio”. I restanti consiglieri sono invece tutti giustamente rimasti al proprio posto, e i lavori  sono potuti andare avanti sotto la direzione della vice presidente del Consiglio, Federica Battafarano, che legittimamente ha assunto la presidenza in seguito all’abbandono dell’Aula da parte del presidente. Non solo. Ben 12 consiglieri comunali hanno successivamente sottoscritto e inviato al presidente un appello nel quale si chiedeva di rivedere la data di convocazione. Anche questo atto è stato ignorato da Orsomando, il quale, come se non bastasse, ha deciso di dividere l’ordine del giorno in due parti, fissando il proseguimento dei lavori per il 2 maggio, in pieno periodo di rispetto elettorale. Queste le fasi, scientificamente pianificate, del boicottaggio dell’adozione del nuovo Prg. Come consigliere comunale – conclude Porro – sono orgoglioso di aver servito la mia città al fianco dei miei colleghi di maggioranza e ai collaborativi e civili colleghi della minoranza ma soprattutto di aver sostenuto col mio impegno il sindaco Pascucci, al quale auguro, per il bene di questa città, di continuare ad essere il Sindaco per i prossimi cinque anni».

ULTIME NEWS