Pubblicato il

Perla del Tirreno, la gestione va al Consorzio stabile Seaman

Perla del Tirreno, la gestione va al Consorzio  stabile Seaman

Contestazioni nei confronti della commissione nel corso dell’aggiudicazione

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Il Consorzio Stabile Seaman di Roma si è aggiudicato in via provvisoria la gestione dello stabilimento balneare comunale ‘‘Perla del Tirreno’’ per l’attuale stagione estiva che va dal 1° giugno al 30 settembre. Nelle operazioni effettuate dalla commissione appositamente costituita per valutare le offerte presentate, si è determinato che il Consorzio ha offerto un importo pari a 161mila 230 euro, a fronte della base d’asta fissata a 80mila euro.

Seconda classificata la ditta “2K” di Santa Marinella, che aveva messo sul piatto 151mila euro. Dunque, per il primo anno da quando la gestione della spiaggia non è più riservata ai servizi interni, una società non indigena si aggiudica la gara di appalto della spiaggia comunale. Le operazioni di aggiudicazione del bando, non sono state per nulla semplici, visto che i concorrenti hanno contestato alcune decisioni prese dal presidente della commissione che per l’occasione era il segretario comunale in quanto, sulla busta del vincitore, non fossero state citate alcune prescrizioni previste dal regolamento. Dall’ufficio stampa del sindaco, però, fanno sapere che quei particolari non determinano l’esclusione della proposta presentata. Dunque, sarà il Consorzio Stabile Seaman a gestire il Perla del Tirreno. Attraverso una ricerca fatta su Google, emergono quali sono i settori in cui sono impegnati i dipendenti. Il Consorzio Stabile Seaman nasce nel 2013 dalla necessità di creare sinergia e fare sistema nel settore dei servizi alle imprese. Nel corso degli ultimi anni il Consorzio ha ampliato la propria presenza nelle attività di ristorazione diretta, nella vigilanza, nello spettacolo, nella progettazione e nella grafica, nella gestione delle strutture alberghiere, nel giardinaggio e nei trasporti. E di spiagge? Sul sito del Consorzio e sul profilo facebook non c’è nessun accenno di gestioni precedenti di stabilimenti balneari e di servizi ai villeggianti, se non un intervento su Torre Marina a Tor San Lorenzo.

Per l’amministrazione cittadina, comunque, la cosa più importante è quella che il soggetto vincitore faccia un versamento sul conto corrente del Comune di 161mila euro più Iva e che provveda in tempi brevi e a sue spese ad effettuare il lavori di riparazione delle colonnine danneggiate qualche mese fa dai vandali.

ULTIME NEWS