Pubblicato il

Bracciano: revocata la nomina di assessore ad Elena Felluca

BRACCIANO – È stata revocata la nomina di assessore alla dottoressa Elena Felluca. Questo si apprende dal decreto pubblicato giovedì sull’albo pretorio del comune di Bracciano. Tra le motivazioni addotte a tale revoca è stato richiamato il punto secondo cui è “opportuno provvedere alla revoca della nomina suddetta in quanto venendo meno il rapporto di fiducia che caratterizza i rapporti interpersonali tra il Sindaco e i suoi Assessori”. Felluca ricopriva il ruolo di assessore alle politiche culturali ed eventi, museo civico, biblioteca e archivio storico.
«Da come riportato nel documento – spiega Felluca –  è venuta a mancare la fiducia da parte del Sindaco nei miei confronti. I rapporti tra me e il sindaco si erano incrinati già da qualche mese, sono state inutili i chiarimenti e la manifestazione di volontà da parte mia a proseguire la collaborazione. Non sono mai stata “attaccata alla poltrona”, ma ho sempre avuto un profondo desiderio di cercare di contribuire al bene per Bracciano».
«Mi preme, prima di ogni cosa – continua l’ex assessore –  ringraziare tutti i dipendenti comunali del Comune di Bracciano per il costante sostegno, per il supporto, per i consigli e per la pazienza nei confronti delle mie richieste, dei miei dubbi e della mia inesperienza nel settore della Pubblica Amministrazione. In questi mesi di collaborazione sono rimasta “sorpresa”, in alcuni casi, e devo dire di aver riscontrato in loro professionalità, simpatia, cordialità e tanta positività e voglia di fare.
Un particolare ringraziamento va al settore dei Servizi Culturali, ad Antonella Pomponi, Lida Flamini, Ersilia Chiavari, Elisa d’Appio, Fabrizio di Biagi, Antonio Bucefalo, Massimo Giribono che, quotidianamente, si sono dimostrati disponibili e meravigliosi. Durante il Consiglio Comunale del 2 maggio, il Sindaco stesso ha affermato che il settore cultura sta lavorando ottimamente e che ha prodotto ottimi risultati, questo è merito loro. Ovviamente, sono stati di notevole supporto anche tutti gli altri settori del Comune.
Insieme è stato fatto un grande lavoro. Oltre a tutti gli eventi patrocinati e da noi ideati, ricordo l’istituzione di “Una notte in Archivio”, “La domenica in Archivio”, la programmazione estiva con il cinema all’aperto “Ciak a Bracciano”, l’istituzione del “premio letterario Lago di Bracciano”, il “Festival del Lago di Bracciano” (questi tre progetti ottenuti con il finanziamento della Camera di Commercio di Roma), il progetto di ricognizione archeologica intorno al lago, le richieste di reperti antichi per arricchire le collezioni del Museo Civico, le intitolazioni all’Archivio Storico e alla Biblioteca Comunale, l’istituzione di una nuova sezione nell’Archivio Storico “Bracciano e la Braccianesità”, il sostegno alle scuole con l’alternanza scuola-lavoro e l’appoggio al progetto “Adotta un monumento”. Molto altro è stato fatto e sono molti i progetti per il futuro, ma non c’è stato tempo di concretizzarne l’istituzionalizzazione. Ho portato avanti anche piccole battaglie contro alcune questioni non più sostenibili per l’Ente assumendomi ogni responsabilità, si veda, ad esempio, la questione dell’ex Scuola di Musica Civica o la questione della collezione Panunzi esposta nel Museo Civico».
«Sono felice – conclude Felluca –  di aver lavorato in questi dieci mesi, sono solo rammaricata e mortificata per non essere riuscita ad impostare una nuova gestione per il Museo Civico e, per questo, rimando ai vari comunicati stampa ed interviste nei quali io o il Sindaco dichiaravamo le nostre buone intenzioni, si veda, ad esempio il servizio Rai andato in onda nel mese di aprile: un’intervista elaborata per mettere in luce la progettualità del settore cultura e le difficoltà dell’Ente per tenere la struttura aperta. Posso solo ringraziare i dipendenti comunali e complimentarmi con loro per la professionalità dimostrata in questi mesi. Da alcuni membri della maggioranza di cui facevo parte mi aspettavo maggiore franchezza e lealtà».

ULTIME NEWS