Pubblicato il

Igiene urbana, precisazioni da piazza Falcone

Igiene urbana, precisazioni da piazza Falcone

Gli amministratori: "Nessun aumento dei costi del servizio dal 2014 al 2017"

LADISPOLI – Replica punto per punto l’amministrazione comunale a quanto pubblicato nei giorni scorsi in merito ai dati relativi ai costi del servizio di igiene e di pulizia delle spiagge. 

Da piazza Falcone gli amministratori ci tengono a sottolineare che non c’è stato alcun aumento dei costi dal 2014 al 2017 precisando poi che il piano finanziario era di 8.154.108 euro nel 2014 ed è di 7.936.745 euro nel 2017. 

“Non c’è quindi nessuna “spesa fuori controllo” – scrivono in una nota – ma, al contrario, non ci sono mai state spese aggiuntive a consuntivo negli anni passati. Il corrispettivo per l’appalto del servizio è passato da 4.661.000 euro a 6.251.000 euro per l’ampliamento dei servizi che riguardano l’estensione della raccolta differenziata alle campagne, i passaggi pomeridiani aggiuntivi nelle zone di maggior traffico, il servizio anche a San Nicola (non previsto dall’appalto originario). L’aumento dei costi per i servizi aggiuntivi è stato recuperato da risparmi in altri settori del servizio. Nelle somme sopra riportate era inclusa anche la realizzazione del Centro servizi e dell’isola ecologica a norma secondo le leggi europee, opere ora a disposizione degli utenti e di proprietà comunale.  La pulizia delle spiagge di San Nicola non costa 170 mila euro come riportato da alcuni siti ma 85 mila euro. La pulizia straordinaria della spiaggia alla fine della stagione invernale c’è sempre stata in tutti gli anni passati.  I rifiuti di Ladispoli non sono “a peso d’oro” come riportato, ma le tariffe a carico degli utenti sono più basse delle medie della Provincia di Roma e, in particolare, più basse di quelle di Roma, di Fiumicino e dei Comuni del nostro comprensori”.

 

ULTIME NEWS