Pubblicato il

Tvn, Bonomo: "Basta turni scoperti"

Tvn, Bonomo: "Basta turni scoperti"

Usb lavoro privato definisce la situazione rischiosa per la salute e la sicurezza dei lavoratori e invita Enel ad interventi risolutivi

CIVITAVECCHIA – “Non si risolve l’annosa questione dei turni scoperti a Torrevaldaliga Nord”. Lo dichiara Roberto Bonomi dell’Usb lavoro privato Civitavecchia.

“Per precisi vincoli contrattuali Enel deve da sempre garantire sei lavoratori per ogni posizione di turno – spiega – viceversa, da tempo diverse linee di turno risultano strutturalmente sotto organico cosicché, a seguito di assenze prolungate per malattie, infortuni o altro, si finisce fatalmente per girare con quattro o addirittura con soli tre operatori”.

Bonomi la definisce una situazione non più tollerabile e identifica il problema “in una gestione degli organici sconclusionata” con pensionamenti non mirati “a specifiche situazioni di eccedenza e finalizzate soprattutto alla riduzione dei costi – prosegue il sindacalista – ha determinato una continua fuoriuscita di personale professionalizzato non compensata da nuovi inserimenti”.

Bonomi dice che è stato più volte chiesto ad Enel di reintegrare le figure scoperte, senza risultato.

“Da qui – continua – la necessità di ricoprire i turni mancanti tramite un massiccio ricorso allo straordinario, ripetuti turni di 12 ore, aumento degli interventi notturni, e lunghe serie di prestazioni consecutive di cui andrebbe verificata la legittimità”. Bonomi conclude evidenziando il rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori e invita Enel ad interventi risolutivi. 

ULTIME NEWS