Pubblicato il

Derubata da finti funzionari Inps

Derubata da finti funzionari Inps

La Polizia indaga a 360 gradi, il dottor Matteucci: "Segnalateci tempestivamente ogni situazione sospetta, siamo al servizio dei cittadini". 72enne raggirata in casa da due uomini, uno dei quali si è presentato in divisa: "Siamo qui per regolarizzare la sua pratica di reversibilità della pensione". Alla fine si sono allontanati con i soldi e i gioielli della donna VIDEO

CIVITAVECCHIA – Hanno bussato alla porta di un anonimo appartamento del quartiere de Sanctis e si sono presentati come funzionari dell’Inps: “Signora, abbiamo una raccomandata per lei”. Alla 72enne non sarà sembrato vero, l’Istituto di Previdenza Sociale proprio in casa sua, dopo lunghe giornate trascorse a correre da un ufficio all’altro per regolarizzare la propria posizione previdenziale, da rimodulare a causa della recente scomparsa del marito.

Non poteva certo immaginare che dietro quei distinti signori, uno dei quali addirittura in divisa, si stessero nascondendo due truffatori, che nel giro di pochi minuti le avrebbero portato via soldi e gioielli. Eppure è accaduto ieri mattina, quando i malviventi hanno fatto visita alla donna che vive sola, mostrandosi interessati proprio alla sua posizione previdenziale.

Esperti del crimine, che non si sa come sono riusciti a raggirare la proprietaria di casa assoggettandola psichicamente e facendo in modo che esaudisse ogni loro richiesta. Il discorso legato alla pensione di reversibilità si è presto spostato sulle dimensioni dell’abitazione: “Dobbiamo misurare la casa – avrebbero detto i due truffatori”, incontrando subito il benestare della signora che li ha accompagnati in un improbabile giro turistico tra le stanze. Armati di metaldetector, i due uomini dal marcato accento campano hanno iniziato ad accertare la presenza nei cassetti della camera da letto di oggetti ritenuti interessanti: “Tolga tutto quello che è di valore – avrebbero chiesto – altrimenti gli strumenti elettronici per la misurazione non funzionano”.

La donna ha obbedito e li ha assecondati, sentendosi a tratti stordita e soggiogata. Nessun sospetto che potesse trattarsi di un raggiro, d’altronde chi mai alle 9,30 si presenta in un’abitazione con fare gentile a offrire un aiuto per l’espletamento di pratiche Inps complesse la cui trattazione delle volte richiede mesi? “Abbiamo finito, ci deve 250euro per la parcella”.

Il teatrino finisce, i due spariscono e solo dopo diversi minuti la signora riacquisisce la sua lucidità e realizza di essere stata derubata. I ladri infatti hanno portato via oro e denaro in contanti.  Possibile che persone così distinte fossero in realtà dei truffatori? La risposta alla domanda della proprietaria di casa l’hanno data i cassetti messi a soqquadro e la stanza trovata sottosopra dalla Polizia, rapidamente intervenuta dopo la segnalazione.

“Un fatto sicuramente increscioso – ha commentato il dottor Alfredo Matteucci che da mesi dirige il commissariato di viale della Vittoria – sul quale stiamo indagando a 360 gradi. Quello che chiedo ai cittadini è massima collaborazione – ha aggiunto – segnalando alla Polizia ogni situazione sospetta, così da consentirci di intervenire tempestivamente. Siamo qui per questo, una sinergia sempre più forte tra forze dell’ordine e cittadini è in grado di portare a una riduzione sensibile dei fenomeni criminosi di questo tipo”.

VIDEO

ULTIME NEWS