Pubblicato il

Premio Lucio Colletti 2017 al Principe Sforza Ruspoli

di TONI MORETTI

CERVETERI – La voce si sparge in un baleno nella Cerveteri  attenta a tutto ciò che porta lustro alla città e ai suoi cittadini. Del premio Lucio Colletti, assegnato a personalità di fama nazionale e internazionale distintesi per la loro autonomia di pensiero e provata indipendenza intellettuale. Quest’anno viene insignito il principe di Cerveteri Sforza Ruspoli, in un anno, a dire la verità impegnativo per il principe che è impegnato tra l’altro a portare a compimento il sogno del trasferimento della nobiltà della sua storica e nota casata alla sua città. Sforza Ruspoli vuole attraverso il suo popolo, riaffermare ciò che Cerveteri ritiene abbia nel suo DNA, una nobiltà e una aristocrazia che la rendono esclusiva nel mondo e che le deriva dalle sue origini etrusche, impallidita e buttata nell’oblio dalle scorribande di politici senza scrupoli che hanno sostituito l’idea del profitto prodotto ai margini della legalità i nobili valori della bellezza e della soddisfazione frutto della legalità. Sembra che l’assegnazione del premio Colletti, grande sostenitore dell’indipendenza delle proprie idee, grande filosofo ed esimio intellettuale che lo hanno visto partigiano, poi nel Partito d’Azione e quindi Comunista e di seguito ancora più a sinistra. Critico al limite dell’eresia secondo i canoni dell’ortodossia di sinistra, faccia da contrappunto a chi lo ha identificato a destra ignorando la trasversalità del suo pensiero. La Cerimonia della consegna si terrà nella suggestiva sala Pietro da Cortona in Campidoglio.

ULTIME NEWS