Pubblicato il

Roma, esplosione in centro

Esplosione a Roma in viale Aventino, nei pressi delle Poste, in zona Piramide. Non risultano feriti, solo un’auto danneggiata. I rilievi della polizia scientifica sono terminati poco dopo le 14. La zona, subito dopo la deflagrazione di un ordigno, era stata messa in sicurezza dalle Volanti della Polizia di Stato, in attesa degli artificieri che, giunti poco dopo, hanno effettuato la bonifica. Delle indagini si stanno occupando gli investigatori della Digos. L’ordigno – inizialmente si parlava di due – era posizionato intorno a veicoli parcheggiati nei pressi dell’ufficio postale. Si tratta di «un ordigno rudimentale che ha un temporizzatore e ha dato l’innesco a una bottiglia di benzina», ha spiegato il dirigente di Polizia di Stato Massimo Improta. L’ordigno era radiocomandato? «Assolutamente no, c’era un temporizzatore, un timer per uso da cucina». «E’ prematuro parlare di piste», ha aggiunto Improta. Che sulla possibilità di un collegamento con l’esplosione avvenuta qualche giorno fa in un ufficio postale di via Laurentina, ha spiegato: «Non sono io la persona che può dare queste indicazioni, ci sono delle attività di polizia giudiziaria in atto». «Si è trattato di un gesto dimostrativo perché è stato collocato vicino all’ufficio postale ma non poteva fare più di tanto danni», ha detto un investigatore della polizia presente sul posto. Gli investigatori ora stanno esaminando le immagini delle telecamere presenti nella zona per verificare se hanno registrato il momento della collocazione dell’ordigno. «Abbiamo sentito un forte boato» ha raccontato all’Adnkronos una testimone che lavora di fronte all’ufficio postale di via Marmorata. «Pensavo – ha aggiunto – fosse un mobile caduto dal piano superiore. Non ho visto fiamme, ma il botto è stato forte». (Adnkronos)

ULTIME NEWS