Pubblicato il

Caporale: "Necessaria l'azione dei cittadini per un salto di qualità del servizio pubblico"

CERVETERI – Mara Caporale, responsabile dello Spi/Cgil di Ladispoli Cerveteri, fa un resoconto dell’iniziativa promossa insieme all’Auser ‘‘Idee, azioni e servizi per meglio vivere vecchiaia, disabilità e cronicità e per l’autonomia possibile’’. «Dopo il saluto del sindaco Pascucci – dice Caporale – una platea attenta e interessata ha accolto le relazioni del dottor Massimo Guido sulle demenze e alzheimer e della dottoressa Clara Zaccari sullo stato dell’arte nella nostra Casa della Salute. Ambedue medici impegnati nel rinnovamento della nostra Asl. Numerose le domande da parte del pubblico che hanno testimoniato l’interesse a comprendere meglio patologie come le demenze che registrano un vertiginoso aumento tra la popolazione anziana. Lo stile di vita, la socialità, l’esercizio fisico e mentale, una sana alimentazione sono le medicine naturali per contrastare e rallentare il decorso di demenze e alzheimer. Per la Casa della salute si sta lavorando per velocizzare il processo di trasformazione di quello che era un semplice poliambulatorio in un innovativo servizio sanitario territoriale. Numerosi i problemi messi in evidenza da Miranda Perinelli segretaria comprensoriale dello Spi/Cgil: poche le risorse economiche messe a disposizione dalla Regione Lazio per dare gambe robuste al processo di trasformazione e di rinnovamento della sanità pubblica territoriale. Le nuove assunzioni serviranno solo a stabilizzare il personale precario già in servizio. Il rischio è l’avanzamento di quella privata, a discapito ovviamente di una sanità per tutti. Unica via d’uscita è l’azione dei cittadini che attraverso le proprie organizzazioni  ottengano un salto di qualità del servizio pubblico».

ULTIME NEWS