Pubblicato il

Rodolfo Lena: "I cittadini metropolitani non pagheranno per l'incapacità della Raggi"

CERVETERI – Grande scambio di accuse, soprattutto sui social dove sembra che al popolo Cinque Stelle riesca meglio comunicare con soliloqui incomprensibili intrisi di cittadini, basso, rete, democrazia a gettone, ladri, parole aggrovigliate che difficilmente seguono un filo logico, si registra tra la sindaca Raggi ed il resto del mondo per la questione dei rifiuti di Roma e di dove mandarli. Sollecita è stata la risposta del sindaco di Cerveteri Pascucci, che immediatamente si è attivato e in una conferenza stampa comune col sindaco di Fiumicino Esterino Montino, urlano a gran voce il loro dissenso contestando alla sindaca Raggi la manipolazione atta a scaricare le responsabilità su Zingaretti e la Regione Lazio. Inoltre, sulla “volontà” della sindaca Raggi di volere usare l’orto del vicino per risolvere il problema dei rifiuti della città di Roma, interviene con una nota anche il  presidente della commissione Salute del Consiglio regionale del Lazio, Rodolfo Lena (Pd). «I cittadini dei Comuni della provincia non intendono pagare per l’incapacità di chi oggi governa Roma e la sua area metropolitana  –  afferma Lena –  improvvisando soluzioni, immaginando percentuali utopistiche di raccolta differenziata, facendo di tutto per non chiudere il ciclo dei rifiuti dentro il perimetro cittadino, come sarebbe giusto fare. Nei Comuni, pur popolosi ed estesi, che sorgono attorno a Roma, sono tanti gli esempi virtuosi da seguire in tema di corretto smaltimento: sarebbe un controsenso che proprio quelle stesse aree debbano vedere il proprio equilibrio ambientale e la salute pubblica compromessi dalla spazzatura in arrivo dalla Capitale, solo per miopia e preconcetti ideologici del Movimento Cinque Stelle».

ULTIME NEWS