Pubblicato il

Nave della legalità: mille studenti contro le mafie

Nave della legalità: mille studenti contro le mafie

Tante le autorità intervenute per ricordare i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il porto di Civitavecchia invaso dai giovani diretti a Palermo per la commemorazione delle stragi di Capaci e di via D’Amelio  VIDEO

CIVITAVECCHIA – L’appuntamento che si rinnova: è salpata ieri da Civitavecchia la Nave della Legalità, l’iniziativa promossa come ogni anno dalla Fondazione ‘‘Giovanni e Francesca Falcone’’ e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. 

L’evento coincide quest’anno con il venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio, dove per mano della Mafia persero la vita il giudice Giovanni Falcone e la moglie Francesca Morvillo, il giudice Paolo Borsellino e gli agenti di scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani, Agostino Catalano , Walter Eddie Cosina, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina. Ha aperto i lavori ieri al porto di Civitavecchia il presidente dell’Authority Francesco Di Majo, alla presenza del procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, del vice presidente del Csm Giovanni Legnini, del presidente del Senato Pietro Grasso e del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli. Oltre mille gli studenti che hanno partecipato all’evento, salutati calorosamente dalle autorità intervenute.

“Siamo convinti che la criminalità organizzata avrà una fine ha commentano ieri il presidente del Senato Pietro Grasso –   ma ancora dobbiamo combattere tutti insieme”.

La Nave della Legalità, partita da Civitavecchia ieri pomeriggio, arriverà questa  a Palermo per dare il via alle celebrazioni.

VIDEO

ULTIME NEWS