Pubblicato il

"Cultura e buona politica sono il nostro credo"

"Cultura e buona politica sono il nostro credo"

POLITICA. Pio De Angelis, candidato sindaco, presenta la dichiarazione di intenti che la sua lista firma idealmente con i cittadini. «Un programma è valido se fornisce soluzioni reali a problemi concreti. Crediamo, vogliamo e sappiamo che il nostro e il vostro impegno sarà premiato»

CERVETERI – «Riteniamo che un programma sia valido se fornisce soluzioni reali a problemi concreti, ma riportare il primato della politica vuole dire fare di più: essere in grado di motivare le soluzioni scelte con delle valutazioni di concetto. Queste sono le nostre valutazioni, il nostro substrato culturale e politico comune, insomma il nostro credo. Questo è ciò che crediamo: Crediamo nel primato della politica che deve essere al servizio delle necessità del singolo cittadino e della collettività tutta. Crediamo nella collaborazione e nelle sinergie tra tutti i soggetti che amministrano, hanno amministrato e amministreranno la nostra meravigliosa Cerveteri.
Crediamo nella politica come intervento immediati libero dalle burocrazie inutili. Crediamo che idee potenti e concrete possano più di ogni altro strumento di comunicazione. Crediamo che le idee siano potenti e concrete quando si tramutano in azioni altrettanto potenti e concrete. Vogliamo che le stesse idee potenti e concrete siano il vero motore di cambiamento della società a tutti i livelli. Crediamo questo cambiamento ci vedrà protagonisti. Sappiamo che questo cambiamento non sarà solo nostro, ma sarà di tutti coloro che vorranno partecipare. Crediamo nell’integrazione sociale, raziale, economica e politica. Crediamo che la nostra comunità possa diventare un moderno Pantheon in cui le persone di ogni credo e religione, possano trovare voce, spazio e rispetto. Crediamo nel dominio del territorio sulla politica e per questo auspichiamo l’unificazione dei comuni di Ladispoli e Cerveteri, partendo dall’unificazione dei servizi. Crediamo che il nostro territorio sia una cornucopia di risorse. Crediamo nel rispetto del territorio prima che nella logica del profitto. Crediamo che la nostra città sia Grande. Crediamo che il nostro noi non sia fatto di 24 persone o 100 ma di tutte le persone che vogliono e vorranno farne parte. 
Crediamo, vogliamo e sappiamo che il nostro impegno e il vostro sarà premiato».

ULTIME NEWS