Pubblicato il

Fuori pericolo il ventunenne gravemente ferito in una lite

Fuori pericolo il ventunenne gravemente ferito in una lite

Lo afferma Simone Morani, avvocato del papà del giovane. Il legale: «La lesione al pancreas potrebbe causare patologie gravi con l’avanzare dell’età». La Procura di Civitavecchia ha aperto un fascicolo; le indagini proseguono da parte dei carabinieri di Cerveteri

di TONI MORETTI 

CERVETERI – L’avvocato Simone Morani che rappresenta la famiglia del ragazzo di ventuno anni che è stato aggredito e selvaggiamente percosso in una sala giochi nella mattinata di domenica  dello scorso 14 maggio,  ci informa sulle condizioni di salute della vittima che come già riferito era in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva dell’Aurelia Hospital.  Il ragazzo, dopo l’accaduto, si era recato al punto di primo soccorso di Ladispoli e da qui trasportato al nosocomio sull’Aurelia alle porte di Roma, dove nel pomeriggio i sanitari hanno proceduto ad un intervento chirurgico di urgenza per un’emorragia interna e scoprendo una lesione al pancreas molto seria.  «Non è mai stato in coma – dice l’avvocato Morani – è sempre stato cosciente e ad oggi, sciolta la riserva della prognosi e trasportato al reparto di chirurgia generale, i sanitari registrano un recupero costante dovuto anche alla sua giovane età. Quello che avverte è molto dolore anche perché l’intervento penso sia stato abbastanza serio. Immaginate che ha sull’addome quaranta punti di sutura».  
Alla domanda se vista la delicatezza dell’organo lesionato ci potranno essere conseguenze o danni per le normali condizioni di vita per il futuro l’avvocato risponde che i sanitari ipotizzano che vista la giovane età, nel breve periodo potrebbero esserci degli scompensi a lui impercettibili. Con l’andare degli anni non è escluso però che potrebbero evidenziarsi dei seri problemi. Sulla base della notizia del posto di polizia del nosocomio coadiuvata dalla denuncia fatta dal papà della vittima, i carabinieri della Stazione di Cerveteri hanno svolto delle indagini e continuano a svolgerle in tempi record e presto si attende un pronunciamento del magistrato della Procura di Civitavecchia, che ha aperto un fascicolo. Circa la dinamica dell’aggressione sembrerebbe che una volta a terra, la vittima sia stato oggetto di una scarica violenta di pugni con l’aggressore seduto sopra di lui e che soltanto la forza del malcapitato che è riuscito a rialzarsi, potrebbe aver evitato  un epilogo  con ben più gravi conseguenze.  

ULTIME NEWS