Pubblicato il

''Dobbiamo puntare sullo sviluppo''

''Dobbiamo puntare sullo sviluppo''

Tanta gente in piazza ad Allumiere per l’incontro pubblico del candidato sindaco Antonio Pasquini alla presenza dell’onorevole Marietta Tidei e dell’avvocato Pietro Tidei. «Siamo una squadra con grandi possibilità. Intendiamo volare più in alto delle beghe»

LLUMIERE – In tanti in piazza ad Allumiere hanno partecipato all’incontro pubblico della lista ‘’Insieme per Allumiere’’ durante il quale il candidato sindaco Antonio Pasquini e i candidati consiglieri hanno presentato il programma insieme all’onorevole Marietta Tidei e all’avvocato Pietro Tidei. Il candidato sindaco di ‘’Insieme per Allumiere’’, Antonio Pasquini ha evidenziato: «Intendiamo volare più alto delle beghe, delle simpatie e delle antipatie personali, convinti che proseguire su una strada che guardi al decoro del paese, al maggior benessere diffuso dei cittadini, all’ambiente, al lavoro e per questo allo sviluppo, sia un imperativo da osservare senza consentirci alcuna distrazione. Il nostro è un programmare atto a garantire ad Allumiere un futuro consono alle esigenze dei suoi abitanti considerando, in questo percorso di programmazione, le categorie più svantaggiate. In paese si dice, e questo mi rende contento, che altri nostri antagonisti, stiano apportando modifiche ed integrazioni al programma presentato ufficialmente al Comune e affisso in albo pretorio, forse perché si sono resi conto di essere un po’ scarsi e poco lungimiranti nell’interesse del proprio paese e degli allumieraschi. Tutti i nostri candidati sono stati i veri protagonisti nei gruppi di lavoro per analizzare le carenze e le potenzialità del nostro paese sviluppando un lavoro di alti contenuti». Pasquini poi continua: «Ho combattuto in prima persona per salvare il territorio: ho partecipato alla marcia a Civitavecchia contro l’ossidatore termico a Santa Lucia, le varie manifestazioni, le osservazioni preparate e poi discusse in Provincia contro il progetto del digestore, il “monnezzaro di La Russa – Alemanno”, gli incontri presso il centro di Santa Lucia contro l’ossidatore termico, così come i vari passaggi regionali per la proposta distituzione del monumento naturale del faggeto: le ricordo perché io c’ero; sono andato personalmente in Fondazione Cariciv, Regione o area metropolitana per ottenere finanziamenti per il Palio, per le feste a Giovita, per le stampe e ristampe di libri o eventi di vario genere». Pasquini parla poi della sua squadra: «Siamo una squadra con forti professionalità, poco politici o chiacchieroni ma molto concreti; nei gruppi di lavoro anche il sindaco Augusto Battilocchio da non confondere con Alessandro, quello di Tolfa, ex eurodeputato che in questi giorni si sta impegnando fortemente per creare un nuovo gruppo qui ad Allumiere per i suoi obiettivi elettorali alle scadenze previste sicuramente per la prossima primavera. Abbiamo individuato criticità del nostro paese e studiato modi e criteri per risolvere molti problemi così come la pulizia del paese che deve essere gestita dalla cooperativa Alfa locale, oppure il congestionamento delle macchine in piazza con nuovi e migliore gestione dei parcheggi pubblici. Vogliamo completare lilluminazione pubblica a Led; vogliamo rendere disponibile il servizio WI FI negli spazi pubblici; vogliamo attivare il servizio di navetta interurbano col Comune di Tolfa per ridurre il traffico; vogliamo lavorare per una più agevole mobilità attivando quotidianamente e in orari da stabilire il servizio di trasporto sia urbano che interurbano che collegherà il cimitero e il nostro paese con la Frazione de La Bianca, Tolfa e S. Severa». Pasquini prosegue: «Sarà fondamentale la mia presenza in Comune e intensificare i già ottimi rapporti con gli assessori o politici romani; sarà necessario lo spirito di sacrificio da parte di tutti gli assessori o delegati comunali perché dovranno conoscere ed interagire con gli uffici di riferimento cioè Regione, Area Metropolitana, Asl, Autorità Portuale ed Enti paralleli. Continueremo coi tavoli di lavoro a supporto delle varie tematiche. Sia io come candidato sindaco che coloro che si candidano per il consiglio comunale siamo consapevoli di tale impegno e per questo ci siamo messi a disposizione; sappiamo che in questi 5 anni frequentemente prima della famiglia dovrà essere curato l’interesse pubblico, l’amministrazione e il bene della collettività».

Rom. Mos.

ULTIME NEWS