Pubblicato il

Dipendenti comunali in stato di agitazione

CIVITAVECCHIA – Modifica del regolamento sulle posizioni organizzative, risorse stabili e variabili 2017, responsabilità procedimentale affidata al personale dipendente del Comune classificato in categorie D e C, emolumenti accessori (produttività collettiva di giungo 2017)e altro ancora. Tutti argomenti sui quali l’amministrazione comunale non può decidere senza un confronto con i sindacati. Tanto che alla lettera dei grillini datata 18 maggio 2017, avente come oggetto proprio la riorganizzazione dell’ente, le parti sociali hanno risposto tre giorni dopo chiedendo un incontro urgente; posizioni organizzative prossime alla scadenza, il primo punto da toccare. Ma l’amministrazione non ha mai risposto ai sindacati, motivo per il quale Rsu, Cgil-Fp, Cisl-Fp e Uil-Fpl hanno proclamato ieri lo stato di agitazione del personale dipendente del Comune di Civitavecchia: «Non è pervenuta nessuna nota di riscontro sulla richiesta di incontro»,  si legge nella nota dei sindacati, che intanto proclamano lo stato di agitazione di tutto il personale «con la richiesta di avvio della procedura del raffreddamento del conflitto». L’amministrazione comunale ha cinque giorni di tempo per convocare i sindacati e in caso di inottemperanza i sindacati sono pronti ad avviare la procedura del tentativo di conciliazione tra le parti in presenza del Prefetto di Roma. 

ULTIME NEWS