Pubblicato il

Oltre mille persone alla festa elettorale di Pascucci alla Villa dei Principi

Il candidato: "Dobbiamo vincere al primo turno così risparmieremo 127 mila euro che destineremo per sistemare una strada che non siamo riusciti a fare". Non sono mancati duri attacchi ai suoi avversari

Il candidato: "Dobbiamo vincere al primo turno così risparmieremo 127 mila euro che destineremo per sistemare una strada che non siamo riusciti a fare". Non sono mancati duri attacchi ai suoi avversari

CERVETERI – La Villa dei Principi, che fu di Giorgio Hardisson, suo grande amico, da qualche anno scomparso, ha come un valore scaramantico per il sindaco Alessio Pascucci. Lì, ospite del suo amico che lo ha sempre accolto in quella magnifica struttura, ha festeggiato l’inizio dei suoi successi ed è tradizione continuare a farlo. Mercoledì sera è riuscito a radunare in quel parco un migliaio di persone in una serata di distensione e di divertimento accompagnata da musica diffusa e da banchi che in più episodi sono stati riempiti da cibi semplici e prelibati e sistematicamente svuotati. Che la  serata avesse un senso elettorale, si capisce quando Pascucci afferra il microfono, chiede ed ottiene attenzione ed impegna tutti ad ascoltare un suo saluto, un suo ringraziamento ai presenti, un suo ringraziamento al suo amico che vede contento guardarlo dall’alto e a suo figlio e sua moglie che lo ospitano per amicizia che poi in un crescendo diventa un comizio in piena regola che lo portano a distribuire fendenti, alcuni da lasciare imbambolati, contro i suoi avversari pretendenti a prendere il suo posto. 

“Il sindaco bisogna saperlo fare – ammonisce  – uno può essere bravissimo nella sua professione ma non è detto che sia adatto a fare il sindaco. E parla delle cose fatte, della sua squadra e delle competenze, del  lavoro che li ha visti uniti per cinque lunghi anni, di chi ha avuto il coraggio di superare gli steccati ideologici e di trovarseli alleati e sostenitori anche se prima essere alla opposizione fino ad indicare come “delinquenti istituzionali” chi ha creato ostacoli contro il bene della città”.

Un Pascucci che vuole vincere al primo turno per dedicare la somma di 127 mila euro che l’ente risparmierebbe evitando le spese del ballottaggio, magari alla sistemazione di una strada che non sono riusciti a fare. Applausi, abbracci, strette di mano e qualcosa sussurrata all’orecchio, come sempre succede e come sempre fa sospettare, scioglie e chiude la serata. 

ULTIME NEWS