Pubblicato il

Appalto delle pulizie: è guerra tra i lavoratori

Appalto delle pulizie: è guerra tra i lavoratori

CIVITAVECCHIA – Atteggiamenti ‘‘vessatori, minacciosi ed antisindacali’’ nei confronti dei propri iscritti. L’ennesima denuncia relativa all’appalto delle pulizie arriva dall’Ugl, che fa riferimento ad episodi poco chiari all’interno del cantiere. Dalla presenza di ‘‘rappresentanti non idonei dell’Ati’’ a ‘‘intimidazioni ai lavoratori invitati a cambiare sindacato’’: diverse le segnalazioni della responsabile zonale Fabiana Attig. «Martedì pomeriggio al cimitero nuovo – ha raccontato – alcuni dipendenti comunali hanno dovuto allontanare con forza le sedicenti responsabili che hanno pensato bene di imporre la nuova turnazione ai dipendenti preposti, arbitrariamente decisa dall’Ati: un turno senza riposo, con i lavoratori in servizio 12 giorni consecutivi su 6 giorni di lavoro settimanali. Di fronte al loro diniego nel non accettare un turno in totale violazione del CCnl ma anche della normativa nazionale, le referenti hanno iniziato una discussione molto animata seguita da minacce verso i lavoratori, argomentando che gli stessi erano strumentalizzati dall’Ugl e che per tanto se non gli stava bene se ne potevano anche andare. Durante una riunione al mattino a Fiumaretta, inoltre, gli iscritti alla Ugl venivano invitati ad aderire ad altro sindacato, fornendo addirittura loro la tessera di adesione. Con insinuazioni si faceva chiaramente intendere che una volta tolta di mezzo l’Ugl tutto diventava più tranquillo e finalmente si poteva attivare la famosa banca delle ore, un istituto contrattuale inapplicabile in questa fattispecie, fortemente osteggiato da noi. Non ci facciamo certo intimidire».

ULTIME NEWS