Pubblicato il

Assistenza domiciliare per diabetici: la denuncia di una residente di Ladispoli

La Asl assicura un miglioramento del servizio 

La Asl assicura un miglioramento del servizio 

LADISPOLI – Floriana è una cittadina residente a Cerveteri da 12 anni la cui mamma, affetta da diabete, vive a Ladispoli. In seguito al pensionamento della dott.ssa Bartiromo, diabetologa che visitava a casa i pazienti del Centro di assistenza domiciliari impossibilitati a recarsi alle visite mediche autonomamente, le consuete due o tre visite annue di controllo diventate improvvisamente un lusso. A coprire il servizio sono altri medici a scavalco, ma con disponibilità ridotto all’osso. Per la madre, di oltre 90 anni di età, la prossima visita disponibile sarà ad ottobre, ossia fra ben 4 mesi. «Il servizio di diabetologia viene svolto ora due volte al mese provocando lunghe liste con visite attuali ferme a gennaio», si sfoga Floriana rivolgendosi al sindaco e a tutti i candidati «Immaginate il disagio che subiscono gli anziani ed i disabili. Mi rivolgo a tutti affinché sia fatta pressione presso la Direzione Sanitaria della Asl Rm4 e verso la presidenza Regionale». Intanto, ad intervenire sull’argomento è proprio il direttore sanitario della Asl Roma4, la dottoressa Carmela Matera. «Con il pensionamento della collega andata in pensione, questa è stata sostituita temporaneamente con dei contrattisti, in attesa del concorso». Il servizio dunque è regolarmente coperto. «Da quello che mi risulta – ha spiegato la dottoressa Matera – la lista sembra arrivare a giugno e non a ottobre». Il direttore sanitario della Asl Roma4, poi annuncia delle novità in arrivo: l’azienda sanitaria territoriale è stata a colloquio in Regione per discutere proprio del potenziamento della rete diabetologica aziendale. Una vera e propria ristrutturazione che «ne prevede – ha spiegato il direttore sanitario – il potenziamento con l’attivazione di ambulatori, centri di primo e secondo livello».

ULTIME NEWS