Pubblicato il

Contratto decentrato, Zeppa (Usb) diffida il Pincio

Contratto decentrato, Zeppa (Usb) diffida il Pincio

CIVITAVECCHIA – Fa discutere il nuovo contratto collettivo decentrato integrativo. Tanto che il consigliere della Rsu/Usb Flavio Zeppa ha inviato una formale diffida all’amministrazione comunale contestando il modo in cui è stato formulato l’intero articolo 13 e sopratutto per come è stato applicato in modo retroattivo “difformemente dall’articolo 1 comma 2 dello stesso contratto – ha spiegato Zeppa – che prevede testualmente “gli effetti giuridici ed economici del presente contratto collettivo decentrato integrativo decorrono dal giorno successivo alla data di sottoscrizione, fatti salvi gli istituti in cui viene diversamente indicato”. Motivo per il quale il rappresentante sindacale chiede la corretta applicazione dell’articolo 13 a partire dal 2017 e non retroattivo dal 2016 e l’immediata ed urgente convocazione della delegazione trattante per la discussione e modifica dello stesso articolo “che così come formulato – ha aggiunto – risulta esageratamente eccessivo nella trattenuta delle incentivazioni ai danni dei dipendenti”.

In caso di mancata risosta, Zeppa è pronto ad interessare il sindacato nazionale per la diffida legale e tutti i lavoratori con una assemblea generale in modo da arrivare allo stato di agitazione propedeutico ad una forma di contrasto più dura. 

ULTIME NEWS