Pubblicato il

Nicholas Mugnos vince i ‘‘Piccoli Giganti’’

Nicholas Mugnos vince i ‘‘Piccoli Giganti’’

È di Fiumicino il vincitore del talent per bambini su Real Time. Con lui i compagni delle Stelle Filanti. L’evento organizzato dall’Unicef

FIUMICINO – E’ andata in onda venerdì scorso in prima serata su Real Time la puntata conclusiva dello show “Piccoli Giganti”, il talent per bambini organizzato in collaborazione con l’Unicef.
Tre squadre si sono date battaglia a suon di musica e di passi di danza ma alla fine le “Stelle filanti” capitanate dall’attrice e ballerina Rossella Brescia hanno avuto la meglio su “Aquiloni” e “Bolle di sapone”. Tra le “Stelle filanti” le sorelle Rebecca e Gaia che hanno emozionato il pubblico con le loro performance canore e le coreografie  di Miriana, la bambina ballerina con un sogno nel cassetto, quello di esibirsi al “Teatro alla Scala” di Milano. E poi lui, un ciclone di simpatia e vitalità, un sorriso birichino e dolcissimo allo stesso tempo, la mascotte della squadra vincitrice, direttamente da Fiumicino, Nicholas Mugnos. Fiumicinese doc nonostante il nome esotico, occhi marroni e profondi, sorriso senza denti, una parlantina da fare arrossire i politici più agguerriti, studente presso la scuola elementare G.B. Grassi, ecco l’identikit del vincitore.
Il giorno della finale un piccolo gruppo di amici e parenti si  è ritrovato a casa Mugnos per ascoltare la voce di  Gabriele Corsi che proclamava i vincitori. “E’ stato difficile per tutti mantenere il segreto sull’esito della gara – dichiara mamma Valentina – più per Nicholas ovviamente che è piccolo e non sa cosa sia un vincolo contrattuale”.
L’affermazione si riferisce al fatto che le puntate erano registrate e i genitori dovevano mantenere il più stretto riserbo sull’andamento della gara.
“La cosa che più mi ha colpito è stata la naturalezza con la quale Nicholas si è comportato – aggiunge la mamma. Il giorno in cui abbiamo registrato l’ultima puntata e abbiamo saputo che nostro figlio aveva vinto non stavamo più nella pelle. Lui, arrivato a casa, ci ha salutati ed è andato a letto, come se nulla fosse”.

ULTIME NEWS