Pubblicato il

Santa Marinella, una ventata di novità in arrivo al liceo Galilei

Santa Marinella, una ventata di novità in arrivo al liceo Galilei

SANTA MARINELLA – Nuovi  colori si fanno spazio tra le mura del Liceo Scientifico e Linguistico Galileo Galilei, sede di Santa Marinella, con l’inaugurazione dei locali della nuova biblioteca, che avverrà martedì 6 giugno alle ore 10,30. A  seguire, le aule dell’istituto saranno allestite per esporre i progetti dell’anno scolastico in corso.

L’idea di rinnovare la vecchia biblioteca deriva da una manifestazione nazionale messa in atto dalle più famose case editrici lo scorso ottobre, chiamata #ioleggoperchè: le case editrici in questione invitavano a donare libri alle biblioteche scolastiche , acquistandoli in librerie gemellate. Il numero dei libri donati sarebbe stato poi raddoppiato dalle case editrici stesse.

Grazie a ciò, e al contributo della libreria di Santa Marinella, Il FilodiSofia, l’istituto Galilei è riuscito ad accumulare ben 120 libri nuovi. A questo punto è stato impellente il bisogno di riqualificare la biblioteca, per ospitare il bottino vinto… Così gli alunni, guidati dalla docente di arte Paola Sturiale, hanno lavorato sodo per modernizzarla e addirittura creare un locale totalmente nuovo, adibito a sala lettura. Pareti, scrivanie e scaffali sono stati ridipinti dai ragazzi stessi, senza dimenticare la catalogazione e sistemazione dei libri, un lavoro che suona terribilmente noioso ma che è reso divertente e frizzante grazie alla vivacità dei ragazzi. Lo stile e i colori utilizzati per rinnovare le due stanze si ispirano al pittore olandese Piet Mondrian, rappresentante del neoplasticismo.

Inoltre le docenti Paola Rocchi, Barbara Pozzi, Patrizia Cantelmi e Paola Sturiale hanno dato vita a un laboratorio di lettura, #ioleggoperchèsì, aperto a tutte le classi;   I G, I GL e IV G sono state quelle più coinvolte, negli incontri pomeridiani da ottobre a maggio. Gli obiettivi principali del laboratorio sono stati quelli di pubblicizzare la lettura, scambiare opinioni sui libri letti e raccogliere fondi per ristrutturare la biblioteca; per di più i ragazzi coinvolti hanno partecipato alle attività di bookcrossing (la distribuzione dei libri per la città) e alla vendita di libri usati insieme a favore di Croce Rossa.

Gli alunni del Galilei hanno dato il meglio di loro per quanto riguarda i progetti realizzati durante l’anno scolastico in corso, progetti che verranno presentati successivamente attraverso manifesti, foto e altro materiale. Emozionante è stata la performance del 27 gennaio per la giornata della memoria, o quella dedicata al femminicidio presentata a novembre e marzo. Più recenti invece sono state la performance del Convivium,  svolta lo scorso maggio e il progetto Castrum Novum, realizzato dalla classe IV G per l’alternanza scuola-lavoro.

L’impegno  dei ragazzi non è di certo passato inosservato e vi invitiamo a scoprirlo con i vostri occhi. La loro dedizione al lavoro merita un applauso, vi aspettiamo in tanti a battere le mani.

 (Articolo scritto dalla studentessa Martina Ulissi, classe IIGL)

ULTIME NEWS