Pubblicato il

Liste anti-Pascucci sotto il 6%

Liste anti-Pascucci sotto il 6%

Brillante risultato per Governo civico della coalizione Esserci a sostegno del sindaco uscente di Cerveteri che col 15,55% dei consensi si classica al primo posto e soppianta tutte le altre forze politiche   

di TONI MORETTI

CERVETERI – Ben ventisei le liste in questo, che non sarebbe inopportuno definire “Rodeo” elettorale che ha visto impegnati dieci aspiranti “campioni”, i candidati sindaci e circa seicento “cavalieri”, i candidati al consiglio comunale, che,  attraverso il giudizio popolare, si sarebbero ridotti a ventiquattro, tanti infatti saranno i membri del consiglio comunale. In questo contesto, parleremo della prima fase di questo “gioco” che può sembrare in qualche modo perverso in quanto la squadra dei ventiquattro finale dei quali la maggioranza dovrà adoperarsi per rendere il percorso meno insidioso possibile al suo “Campione, devono eliminarsi e selezionarsi a vicenda, anche all’interno delle stesse squadre (liste), con le armi convenzionali e lecite, proposte, programmi, empatia , anche se molti usano le armi che dovrebbero ritenersi vietate, come insinuazioni a danno dell’altro, promesse da ritenersi impossibili, come l’aiuto per il posto di lavoro e quant’altro. Comunque, all’alba di lunedì 13 giugno, è apparso chiaro che si sarebbe andati al ballottaggio, e che in questa “finale”, per il titolo di sindaco se la sarebbero dovuta vedere il sindaco uscente Alessio Pascucci che con 8306 voti ha preso il 47,3 per cento e una new entry in politica, Anna Lisa Belardinelli, giovane avvocato decisa e volitiva che ha dichiarata di non essere affatto spaventata dal distacco percentuale che la separa dal suo avversario, convinta come è che non esiste niente di impossibile e che con la determinazione e la volontà si può fare tutto. Anna Lisa Belardinelli infatti, totalizzando 2511 voti, insegue con quasi 33 punti di svantaggio essendosi fermata al 14,30 per cento. Le liste che formano le coalizioni dei due sfidanti sono sette per Pascucci e quattro per Belardinelli. Dall’esame dei risultati che queste hanno raggiunto singolarmente si possono ricavare alcune considerazioni. A sostegno di Alessio Pascucci c’erano: le civiche Governo Civico; Futuro Democratico; Anno Zero; Noi Per Cerveteri; Frazioni per Pascucci sindaco; La Voce dei Consumatori. Unico emblema noto di partito è quello della Federazione dei Verdi, il famoso sole che ride. Tra queste, c’è da fare una breve considerazione su Futuro Democratico, la seconda più votata  nella classifica generale di tutte le liste in campo. Questa  è la lista che nel cuore della gente ha rappresentato il PD del cuore.  L’interpretazione di quel PD che punta alle scelte migliori di buona politica per l’interesse della collettività. Quel PD che meglio esprime volontà e valori dalla sua fondazione. Quel PD aperto, lontano dagli inciuci, dai vecchi schemi, dai vecchi tromboni che hanno permesso negli anni che la politica diventasse “mercato delle vacche”, sistema che ha allontanato sempre più da essa la gente. Per fare ciò nasce l’associazione futuro democratico. Si mette in gioco e a rischio ma per non consentire che la pulizia proposta lasciasse larve con arrangiamenti e i soliti compromessi delle convivenze impossibili, fa la sua scelta ed appoggia il sindaco di centro sinistra che meglio ha interpretato la vocazione di trasparenza e di autonomia delle realtà locali. Il risultato raggiunto da questa lista “moderatamente ribelle” gli ha dato ragione. Futuro Democratico ha raccolto 1207 voti (7,27per cento) contro quella ufficiale del PD, affidata a Juri Marini che con i suoi 884 voti ha preso il 5,7 per cento. Questa lista farà sedere in consiglio comunale 3 consiglieri. Quella di Juri Marini, del PD di Falconi e Vittoria Marini, potrà eleggerne uno, paradossalmente, solo se vincerà quel sindaco che hanno avversato: Alessio Pascucci. Un’altra considerazione da fare è che ogni lista che da sola o in coalizione osteggiava il sindaco uscente non ha superato il sei per cento. 
Lista Civica – Socialis Cerveteri  voti 85, 0,51%,; MSI-DN voti 91, 0,54% ; Lista Civica – Nessun Dorma 198 voti, 1,19%,   Lista Civica – Pio De Angelis Sindaco 340 voti, 2,04%; Movimento 5Stelle  voti 947, 5,70%; Partito Democratico voti 884, 5,32%,  Lista Civica – Insieme  voti 151, 0,90%, Lista Civica -Cambiare Cerveteri voti 534,3,21%, Lista Civica -Tassitano Sindaco voti 470, 2,83%; Lista Civica – Cuori Cerveterani voti  434, 2,61%; Lista Civica – Vivicerveteri Nei Tredici Territori voti 420, 2,52%; Lista Civica – Trasparenza Legalità voti 779 , 4,69%; Forza Italia voti 511, 3,07%, Noi Con Salvini  voti 503, 3,02%; Lista Civica – Terra Libera voti 335, 2,01%; Lista Civica – Capacità E Passione voti 812, 4,89%; Lista Civica – Anna Lisa Belardinelli Sindaco voti 579, 3,48%; Lista Civica – Noi Con Guido Rossi voti  522,  3,14%; Fratelli D’italia – Alleanza Nazionale voti 511, 3,07%. Tanto la dice lunga sull’orientamento generale del popolo.  Pascucci dal canto suo parla di un risultato straordinario, dice di essere pronto ad affrontare questa ultima sfida, ringrazia tutti, chi lo ha sostenuto, i suoi avversari e si complimenta con la sua sfidante. E’ felice del fatto che la gente gli ha dato ragione. «Ho cambiato un pò la mentalità  – dice – penso di aver trasmesso alla gente l’orgoglio di fare sentire la città più loro, spiegando loe difficoltà e chiedendo loro di aiutarmi nel mio lavoro. La città non è del sindaco e se continueranno a farlo continuerà ad essere loro».
 

ULTIME NEWS