Pubblicato il

Zingaretti: "Con Pierini sindaco il futuro è garantito"

LADISPOLI – «Con Pierini sindaco il futuro garantito non è il suo ma il vostro». Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti non ha usato mezzi termini questo pomeriggio a piazza Marescotti per sostenere la candidatura a sindaco di Marco Pierini. 
«Non sono qui per aiutare Marco, perché nella parola aiuto si intravede sempre qualcosa di negativo. Sono qua da testimone. 
Da testimone perché – ha sottolineato Zingaretti – in questi anni ho visto come sono governati i Comuni del Lazio e mentre in altri comuni diversi temi sono dei problemi, a Ladispoli gli stessi temi sono grandi vittorie».
Un tema tra tutti la raccolta differenziata: mentre in altri comuni questo sistema di raccolta rifiuti, “sta portando alla bancarotta”, a Ladispoli invece “siamo al 70%. 
Il primo comune della Provincia di Roma (anche se nonostante il risultato sottolineato dal presidente Zingaretti, le bollette per gli utenti in questi anni non si sono abbassate come avrebbero dovuto, ndr) e queste – ha aggiunto Zingaretti – sono cose che non vi ha regalato nessuno».
Dito puntato nei confronti degli avversari: “Stanno buttando la palla in tribuna perché vogliono gestire Ladispoli e vogliono continuare a fare quello che facevano quando governavano».
Presente all’appuntamento anche il sindaco uscente Crescenzo Paliotta che dopo aver  illustrato il rapporto tra il governatore della Pisana e la città di Ladispoli, ha poi puntato i riflettori sull’avversario di Pierini, definendolo un “candidato estremista, razzista e xenofobo».
Un candidato, Grando, e il suo gruppo che a detta di Paliotta «stanno provando a giocarsi la carta giudiziaria. 
In 20 anni di amministrazione di Ciogli e di Paliotta non c’è mai stato un processo e una condanna. Siamo stati sempre colpiti da esposti ma mai una condanna o un processo”. 
E poi giù contro alcune associazioni sportive che «danno indicazioni di voto. Le associazioni sono apolitiche e apartitiche. Sono riusciti anche ad avvelenare questa situazione».
A parlare è stato anche il candidato sindaco Marco Pierini che dopo aver illustrato quanto fatto in questi 10 anni di amministrazione (i ponti sui fossi che hanno ricollegato il lungomare, il cavalcaferrovia solo per citarne un paio) ha puntato al futuro e a quello che intenderà realizzare durante i prossimi 5 anni qualora la città gli dia fiducia. 
Più attenzione al welfare e alle politiche sociali con Silvia Marongiu (sua sfidante alle primarie) assessore al Welfare. A suo supporto, come spiegato da Pierini andrà Filippo Bellantone (del parco degli Angeli) che si occuperà soprattutto della disabilità. 

ULTIME NEWS