Pubblicato il

Cerveteri. Attentato incendiario alla casa del sindaco Pascucci

Giovedì notte ignoti hanno lanciato nel parco che circonda l’abitazione un oggetto incendiario. Il primo cittadino: «Un atto intimidatorio violento e carico di cattive intenzioni» LA SOLIDARIETÀ DI ALESSANDRO GRANDO - Gli altri attestati di solidarietà 

Giovedì notte ignoti hanno lanciato nel parco che circonda l’abitazione un oggetto incendiario. Il primo cittadino: «Un atto intimidatorio violento e carico di cattive intenzioni» LA SOLIDARIETÀ DI ALESSANDRO GRANDO - Gli altri attestati di solidarietà 

di TONI MORETTI

CERVETERI – Attentato incendiario giovedì notte alla residenza del sindaco Pascucci a Cerveteri. A tarda notte, ignoti si introducono nel parco che circonda l’abitazione del sindaco e dove abitano anche i suoi genitori e lanciano, forse una bottiglia incendiaria contro un pino e si sviluppa un principio di incendio. Fortunatamente si sono accorti i vicini di casa che hanno avvertito il padre del sindaco il quale si è subito adoperato a soffocare il focolaio prima che prendesse vigore riuscendo forse ad evitare quella che poteva trasformarsi in una tragedia, viste le modalità dell’atto compiuto. Il sindaco Pascucci, sentito in proposito ha dichiarato: «E’ senza dubbio un atto intimidatorio come ne ho ricevuti altri, ma questo senza dubbio il più violento e più carico di cattive intenzioni. Certo, la campagna elettorale è stata dura specialmente nell’ultima fase  e non è escluso che la durezza delle ultime settimane possano generare questi fenomeni. Saranno comunque i Carabinieri intervenuti che con le loro indagini scopriranno eventuali responsabilità. Cosa dire a questi signori? Che di certo non mi lascio intimidire. Che la mia risposta a loro sarà alzarsi mezz’ora prima la mattina e finire mezz’ora dopo la sera per dare un ora in più  alla cura del percorso della legalità che continueremo a portare avanti».  Il riserbo è massimo sulle indagini da parte delle autorità.

Arrivano le dichiarazioni di solidarietà per il sindaco Pascucci:

Il Sindaco di Fiumicino Esterino Montino:

Al sindaco Alessio Pascucci invio la mia più sincera solidarietà e quella dell’Amministrazione che rappresento per il grave atto intimidatorio di cui è stato vittima. Conoscendo la sua determinazione e risolutezza sono convinto che non si lascerà intimidire da questo ignobile gesto, ma continuerà a lavorare, con il consueto impegno, per il bene della Città di Cerveteri.

Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti:

Esprimo la mia solidarietà e quella dell’amministrazione regionale al Sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, per la vile intimidazione subita ai danni della sua abitazione. Sono certo che il Sindaco Pascucci proseguirà nel suo impegno alla guida del Comune e della comunità di Cerveteri con ancora maggiore forza e determinazione per un territorio che ha saputo amministrare con grande passione. Sono altresì convinto che le forze dell’ordine sapranno fare luce su quanto è accaduto ai danni del Sindaco, assicurando alla legge gli autori di tale vile gesto.

Il Sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca: 

Esprimo la mia più ferma e decisa condanna al gesto intimidatorio subito dal Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, e gli rinnovo la mia vicinanza e solidarietà, certo che non si farà intimidire da questo ignobile gesto. Non può esserci giustificazione alcuna per atti come questo.

Lambero Ramazzotti:

Esprimo ferma condanna a queste vigliaccate, atti che nulla hanno a che vedere con la società civile.

Anna Lisa Belardinelli:

Esprimo la mia solidarietà al Sindaco Pascucci per il vile atto compiuto stanotte nei suoi confronti e dei suoi familiari

Annozero: “Atto vile e meschino”

Annozero, lista che ha appoggiato la candidatura di Pascucci alle ultime amministrative, esprime ad Alessio tutta la sua solidarietà a seguito del grave episodio intimidatorio verificatosi nella notte, a soli 4 giorni dalla sua rielezione a sindaco di Cerveteri. 

Annozero condanna atti vili e meschini come questo e ribadisce anche per i prossimi 5 anni, così come fatto fin dal primo giorno dello scorso mandato, il pieno sostegno al sindaco Pascucci nella lotta all’illegalità e alla prepotenza, oggi più che mai, senza mai tirarsi indietro. Ogni  membro di Annozero, in questa campagna elettorale, ha sempre messo la faccia in maniera onesta e pulita, lavorando in gruppo e per il gruppo. Questa volta ha deciso di metterci anche il nome, perché se c’è qualcuno che si nasconde dietro una molotov nel cuore della notte, noi invece alla luce del sole non abbiamo alcuna paura ad essere riconoscibili.

Ivana Brega, Geremia Buonafede, Pino Caracciolo, Alberto Vittorio Zaza, Andrea Falzetti, Andrea Mundula, Anna Maria Costantini, Riccardo Bartolucci, Maria Beatrice Caldani, Daniele Segnini, Francesca Cennerilli, Giordano Mura, Luigi Leone Lista, Federico Schio, Pino Donato, Massimo Saltamerenda, Roberto Giardina, Angelica Atomei, Marta Palacio, Dimitri Terenzi, Giannini Francesco, Mario Cennerilli, Carmen Rosa Chilet, Maurizio Sansone, Francesca Appetiti, Beatrice Molina, Rossella Carissimi, Agostino Grasso, Fabio Canfora, Lucia Lepore, Alice Lopedote, Luciana Cacciotti, Tiziana Colusso, Travaglio Stefano, Valentina Asta, Annamaria Boni.  

Venite anche da noi adesso. Forza Alessio mai solo!

Azione Civile Cerveteri: ”Ferma condanna per l’intimidazione”

Apprendiamo dalla stampa che la notte scorsa l’abitazione di famiglia di Alessio Pascucci, da pochi giorni eletto per un secondo mandato consecutivo a Sindaco di Cerveteri, è stata colpita da un vile attentato incendiario. Azione Civile – Cerveteri esprime la più ferma condanna per la perpetrata intimidazione e si stringe solidale attorno alla famiglia di Alessio Pascucci al quale porgiamo i nostri ringraziamenti per l’impegno che ha sempre dimostrato per il bene di tutta la cittadinanza a prescindere di ogni colore politico. Le forze dell’ordine del comprensorio sapranno certamente assicurare alla giustizia chi, a qualsiasi livello, si è reso responsabile di questo grave episodio di intimidazione e pertanto esprimiamo a loro i nostri più sentiti ringraziamenti per il lavoro di indagine che stanno svolgendo in queste ore. Pur non avendo riscontri certi sul movente di questo grave episodio, ma in virtù del fatto che da pochi giorni è terminata una campagna elettorale velenosissima che specie negli ultimi giorni è stata incentrata troppo sulla persona del Sindaco, invitiamo tutte le espressioni sociali della città e della politica, sopratutto quelle di opposizione, a dare un
pubblico segnale di forte coesione e di solidarietà a difesa dell’istituzione che quella persona così vilmente attaccata oggi rappresenta.
Per questo motivo chiediamo e auspichiamo che il Consiglio Comunale in programma per giovedì 6 luglio sappia adottare un ordine del giorno di condanna dell’atto e di solidarietà unanime intorno alla persona del Sindaco Alessio Pascucci.

Governo Civico per Cerveteri:

Un episodio gravissimo. Un atto vile che rischiava di mettere in pericolo la vita delle persone. Al Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, ai suoi genitori Ezio e Paola, e a tutti i suoi cari esprimiamo tutta la nostra vicinanza per l’atto intimidatorio ricevuto nella notte tra giovedì e venerdì.
É davvero assurdo quanto successo. Un gesto sconsiderato che avrebbe potuto mettere seriamente a rischio non solo beni materiali, ma anche la vita delle persone. Auspichiamo che si tratti solamente di un gesto isolato da parte di un folle e che nulla abbia a che vedere con la situazione politica attuale e con i risultati elettorali.
Al Sindaco e ai suoi cari rinnoviamo tutta la nostra stima, affetto e solidarietà.

Futuro Democratico:

Netta e decisa la nostra condanna al vile atto incendiario subito dalla famiglia Pascucci. Desideriamo esprimere la nostra vicinanza e solidarietà personale e istituzionale al sindaco Alessio Pascucci ed alla sua famiglia per l’orribile intimidazione ricevuta. Come forza politica corre di richiamare la coscienza civile di quanti usano il linguaggio degli attentati incendiari per lanciare messaggi intimidatori o per compiere atti a dir poco incivili. Invitiamo tutta la cittadinanza a stringersi attorno al sindaco, indipendentemente dalle proprie convinzioni politiche, perché non dobbiamo e non possiamo lasciarci intimidire da tali minacce affermando così con coraggio il senso di appartenenza alla nostra comunità, per arginare e sconfiggere chi si muove e agisce nell’ombra per farci paura. Abbiamo piena fiducia che le forze dell’ordine compiranno ogni sforzo per individuare i responsabili di questi atti violenti, che solo per un caso non hanno provocato ben altri e più drammatici effetti.

 

 

ULTIME NEWS