Pubblicato il

''Amministrative, pronti per la competizione''

''Amministrative, pronti per la competizione''

Pino Galletti di ‘‘Noi cielo azzurro’’: «Noi ci saremo senza simboli di partito»

S. MARINELLA – Manca appena un anno alle comunali a S. Marinella e già si respira aria di elezioni. Si cominciano quindi a sentire nomi più o meno noti che potrebbero essere presentati come candidati sindaci, ma nessuno però rivela le sue intenzioni per evitare che il proprio esponente possa essere bruciato. Chi invece dice tutto sin da ora, per ciò che riguarda la propria lista, è il movimento giovanile Noi Cielo Azzurro capitanato da Pino Galletti, che inizia ad affilare le armi per presentarsi compatto alla prossima tornata elettorale.

«E’ tempo di iniziare a rimboccarci le maniche – esordiscono i giovani del movimento – per preparare la macchina operativa delle prossime elezioni. Gli scenari sono a dir poco apocalittici e questo sarà un anno particolare per studiare a tavolino una rinascita semplice e concreta di questa nostra cittadina che si è vista privare, nel giro di pochi anni, di servizi essenziali culturali, turistici, sociali, scolastici e sportivi. Sicuramente troveremo sul nuovo percorso politico personaggi che difficilmente vogliono lasciare la poltrona e che, a tutt’oggi, siedono tra le fila di questa maggioranza, ormai da tempo sfilettata e disorganizzata. Ci troveremo a lottare contro quella vecchia politica che promette mille e poi non riesce neanche a raggiungere dieci. Tra non molto vedremo gli attuali consiglieri e assessori che, come avvoltoi, usciranno dal palazzo comunale per farsi notare tra le piazze promettendo mari e monti. I cittadini, però, non ci credono più alle false promesse, siamo certi che hanno raggiunto una profonda coscienza elettorale e soprattutto le nuove generazioni non si faranno prendere in giro da coloro che si autodefiniscono salvatori, erigendosi a costruttori di una Santa Marinella fantasmagorica. In questo scenario pseudo-politico, noi saremo presenti e senza vana gloria ci presenteremo alla cittadinanza con una carta di identità che non porta simboli di partiti e, pur confrontandoci con le altre realtà politiche presenti sul territorio, rimarremo indipendenti perchè non viviamo ne di politica ne per la politica, ma il nostro contributo sarà semplicemente quello di far rinascere e ricostruire quelle strutture ed infrastrutture di cui i cittadini ne sentono la mancanza e il bisogno da molto tempo».

ULTIME NEWS