Pubblicato il

"Sicurezza sul lavoro: serve operatività"

Convengo promosso da Unindustria ieri mattina in Authority. Il vice presidente Bernando Quaranta ha sottolineato l’importanza del tema. Non si tratta solo di un obbligo di legge ma di una nuova impostazione culturale strategica per la competitività di un’azienda

Convengo promosso da Unindustria ieri mattina in Authority. Il vice presidente Bernando Quaranta ha sottolineato l’importanza del tema. Non si tratta solo di un obbligo di legge ma di una nuova impostazione culturale strategica per la competitività di un’azienda

CIVITAVECCHIA – “La sicurezza sul lavoro come nuova frontiera di competitività”. Di questo si è discusso ieri mattina nella sala convegni dell’Autorità di Sistema del Mar Tirreno centro settentrionale, con Unindustria che ha voluto promuovere l’incontro per ribadire l’importanza della sicurezza e della prevenzione. «Sicurezza che – ha spiegato il vicepresidente di Unindustria con delega al Lavoro e Relazioni Industriali – deve essere un tema propedeutico a tutte le attività di business, con le aziende che devono necessariamente dotarsi di una struttura che si occupi proprio di questo aspetto, prerequisito per ogni tipo di attività». Quaranta ha ricordato come l’Italia abbia oggi un impianto normativo all’avanguardia sul tema, ma serve maggiore operatività, passando dall’aspetto formale a quello sostanziale, dando quindi corpo e concretezza alle norme. «Le aziende devono essere attente su ogni aspetto della sicurezza – ha aggiunto – adeguando ad esempio le competenze anche all’età dei lavoratori». È stato quindi il presidente dell’Authority Francesco Maria di Majo a parlare di un «tema delicato, che ci trova sempre in prima linea. Il nostro compito – ha aggiunto – è il coordinamento tra i vari attori portuali. L’obiettivo è quello di migliorare anche le buone pratiche di prevenzione che al momento vengono attuate». La tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro non rappresenta oggi soltanto un’attività necessaria per adempiere al quadro normativo vigente, ma costituisce una nuova impostazione culturale che assume un valore strategico nella crescita competitiva dell’azienda. Presente anche l’assessore regionale Lucia Valente.

ULTIME NEWS