Pubblicato il

Telefonate minatorie a Pamela Baiocchi

Telefonate minatorie a Pamela Baiocchi

La delegata del sindaco nella precedente Amministrazione ha formalizzato querela contro ignoti presso la Stazione dei Carabinieri di Cerveteri. Minacce rafforzate dalla presenza di un un coltello nella cassetta della posta. Da chiedersi se esiste un collegamento con l’atto intimidatorio ricevuto dal sindaco  

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Pamela Baiocchi, delegata all’istruzione nella precedente amministrazione e candidata consigliere nella lista di Governo Civico a sostegno del sindaco Pascucci, donna coraggiosa, ferma e decisa non si lascia intimorire e formalizza la querela contro ignoti alla Stazione dei Carabinieri di Cerveteri. Da diversi giorni riceve telefonate minatorie e a completamento delle minacce ecco apparire nella cassetta della posta un affilatissimo e appuntito coltello, dalla lama di 8 cm, assimilabile a quelli generalmente utilizzati per il sushi o per la pesca subacquea. L’arma è stata acquisita dai carabinieri. Il 30 giugno, verso le 14,30 quando la donna va a controllare la cassetta della posta e la apre con sorpresa vede scivolare a terra il coltello. Non sa dire con esattezza quando può essere stato messo lì, in quanto pure se controlla quasi tutti i giorni la posta, non ricorda se il 29 l’ha fatto. Un fatto è certo però: il 28 il coltello non c’era. Quindi per esclusione si presume che il coltello sia stato messo lì tra giovedì e venerdì. A questo punto viene naturale chiedersi se esiste un collegamento tra il bruttissimo atto intimidatorio ricevuto dal sindaco Pascucci e dalla sua famiglia nella nottata di venerdì con quello subito dalla Baiocchi. Saranno le indagini a fare chiarezza. La Baiocchi ha anche querelato un soggetto per delle offese ricevute sui social. «Mi auguro che finiscano qui – dice – e che le persone inizino a capire che la civiltà è importante. Non si deve arrivare a questi gesti carichi di violenza. Se ci sono dei problemi si possono risolvere ma non in questi modi. Questo mi colpisce particolarmente. Come si possa arrivare a fare delle cose del genere senza considerare l’ipotesi di un dialogo. Perché si reagisce così?. Cerveteri è sempre stato un posto tranquillo. Mi ha scioccato quanto è successo perché non mi aspettavo una cosa simile». Anche Fabio Romani candidato nella lista Frazioni per Pascucci Sindaco, ha subito delle telefonate minatorie anche se poi non ha presentato querela. Il sindaco Pascucci interpellato: «Va tutta la mia solidarietà sia a Pamela Baiocchi che a Fabio Romano. Li ringrazio per il grande lavoro che hanno fatto e che continuano a fare. Mi dispiace se purtroppo a seguito del loro impegno civico, tra l’altro da cittadini normali che non hanno mai avuto neanche un rimborso per il lavoro che fanno sono costretti a subire questi attacchi violenti. Sono certo che le Istituzioni e gli inquirenti faranno chiarezza e che i responsabili di questi gesti vili saranno assicurati alla giustizia».

ULTIME NEWS